BRINDISI, Blocco sfratti, niente rinnovo. “Nei guai 30 mila famiglie”.

Ci si aspetta che il 2015 sia l’ anno delle politiche dedicate a chi soffre, ai bisognosi, agli esodati, ai disoccupati e precari, a chi non ha una casa. Bisogna avere fiducia nel Governo Renzi, ma intanto, per quanto riguarda alcuni provvedimenti, si è già partiti con il “ piede sbagliato”.

Anche nel territorio brindisino, vi sono molte famiglie in difficoltà che ad esempio riescono a pagare a stento gli affitti. E sta montando in queste ore la polemica per l’ assenza del blocco degli sfratti dal “ Decreto Milleproroghe”, messa in campo da varie associazioni che stanno raccogliendo le lamentele e forti preoccupazioni di molti cittadini. Manca in sostanza il classico provvedimento che per determinate categorie di inquilini( reddito molto basso, persone malate a carico o più figli piccoli) allungava i tempi di uscita dal’ abitazione dopo l’ interruzione del contratto di affitto, Secondo il Sunia ( Sindacato inquilini) saranno coinvolte circa “30 mila famiglie in estremo disagio abitativo”, anche se dal Ministero arrivano notizie di due fondi destinati al problema da 446 milioni di euro.
Staremo a vedere, intanto l’ allarme è lanciato, uno dei tanti in un Paese in cui si spera davvero che più di qualcosa cambi in questo 2015.

Memorial Melissa Bassi

Consegnate  dall’  Associazione   Legalità

e Sicurezza  presso il Liceo  Linguistico

Palumbo  7  lavagne    interattive, di cui una

alla Polizia  Penitenziaria – Interviste

BRINDISI-I bambini della Scuola Primaria dell’ infanzia Modigliani

diventano “cittadini” di Brindisi, con la loro “carta di identità” e

il loro entusiasmo trasmesso ai più grandi. Interviste