TURISMO, BRINDISI, SNIM 2015: In navigazione verso lo Snim2015

Vele spiegate per la tredicesima edizione del Salone nautico di Puglia che si terrà anche quest’anno a Brindisi sul lungomare Regina Margherita dal 18 al 22 marzo. L’unica fiera regionale dedicata alla nautica e all’economia del mare.


Si lavora a ritmi serrati per questo nuovo appuntamento che vedrà come protagonista il Lungomare di Brindisi. Oltre 150 stand espositivi, tutto sulla nautica da diporto, dalle imbarcazioni agli accessori, con le ultime novità per gli appassionati del mare.
La manifestazione si svilupperà lungo la banchina del porto interno di Brindisi. Location che negli anni si è mostrata la più suggestiva e naturale per ospitare l’evento. L’area espositiva partirà dall’ingresso dell’Autorità portuale con l’allestimento di 160 imbarcazioni a terra e a mare.
Un’importante vetrina per la portualità pugliese e per il settore navale italiano. Un evento cresciuto negli anni che ha registrato migliaia di visitatori e interessanti giri di vendite. Hanno aderito aziende da tutto il sud d’Italia. Esporranno le loro offerte aziende dalla Sicilia, Campania, Calabria e ovviamente Puglia.
Una particolare attenzione sarà dedicata allo sport, in particolar modo alla promozione degli sport in acqua. Il Coni provinciale, con il sostegno della sede regionale, realizzerà all’interno dell’area fieristica, un Villaggio dello sport dove sarà possibile conoscere e praticare alcuni sport acquatici. Ci saranno delle suggestive esibizioni.
Il Paese ospite quest’anno è la Croazia, si punta all’internazionalizzazione. In occasione del Salone nautico di Puglia sarà firmato il protocollo d’intesa tra Camera di Commercio di Fiume, Assonautica e il Distretto nautico pugliese. Un’opportunità per il settore e le aziende di creare spazi di interazione commerciale.
L’evento annovera la collaborazione di Assonauticanazionale e regionale, e della Lega navale italiana e del Distretto nautico pugliese.
Il Salone nautico di Puglia registra il patrocinio della Regione Puglia, del Comune di Brindisi, della Camera di Commercio di Brindisi, dell’Asi e dell’Autorità portuale di Brindisi.