BRINDISI.SOCCORSO AD UN MARITTIMO DELLA NAVE “EUROCARGO ALEXANDRIA” IN VIAGGIO DA PATRASSO A BARI

 Alle ore 02.33 odierne, la Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Brindisi  è stata allertata in merito ad un marittimo con sospetto aneurisma, a bordo della nave “Eurocargo Alexandria” (numero IMO 9465540), in viaggio da Patrasso a Bari e ad una distanza di circa 12 miglia nautiche dal porto di Brindisi e pertanto, è stato richiesto, dal Comando di bordo, l’immediato sbarco per il successivo trasferimento presso il locale nosocomio.

La “macchina dei soccorsi” è stata immediatamente attivata dal personale di turno  che ha provveduto ad inviare in assistenza alla nave – che nel frattempo dirigeva verso il porto di Brindisi – la  motovedetta CP 263. Alle 03.30, dopo aver ricevuto autorizzazione dal CIRM (Centro Radio Medico Internazionale) per il trasbordo sulla motovedetta, si allertava, il locale servizio 118 per l’invio di una apposita autombulanza,. Alle ore 04.20 la M/V CP 263 ha ormeggiato presso la banchina centrale del porto di Brindisi e proceduto all’ immediato sbarco del marittimo che è stato preso in cura dal personale medico del 118 – gia’ presente in banchina. L’ attività di soccorso è stata condotta in favore del Sig. P.G.E, di anni 27 e di nazionalità italiana, che successivamente veniva trasportato presso il l’Ospedale “Perrino” di Brindisi.

Al termine delle operazioni la M/N “Eurocargo Alexandria” ha ripreso la regolare navigazione verso il porto di Bari.

Le attività poste in essere rientrano nelle specifiche competenze attribuite alla guardia costiera italiana nell’ambito della convenzione internazionale di Amburgo 1979, afferente la sicurezza marittima e la salvaguardia della vita umana in mare.

Si ricorda che è sempre operativo 24 ore su 24 il numero telefonico di emergenza 1530 nonché l’ascolto continuo sui canali radio dedicati, CH 16 e DSC 70, al fine di segnalare all’Autorità Marittima ogni evento occorso in mare.