Brindisi, Carabinieri: arrestato per furto aggravato di energia elettrica, aveva creato un allaccio abusivo alla rete pubblica. In tasca anche un involucro con 9 grammi di marijuana, segnalato anche all’Autorità Amministrativa.

I Carabinieri della Stazione di Brindisi Casale hanno tratto in arresto in flagranza di reato di furto di energia elettrica CAMPIOTO Gabriele 44enne del luogo. I militari a seguito di perquisizione personale effettuata sull’arrestato hanno rinvenuto un involucro in cellophane con all’interno grammi 9 di sostanza stupefacente del tipo marijuana sottoposta a sequestro.

Prima di accedere nel domicilio del’uomo i militari hanno udito chiaramente il televisore in funzione, appena entrati improvvisamente è mancata la corrente elettrica e pertanto è stata richiesta la presenza di personale dell’ENEL per le verifiche del caso. I tecnici intervenuti hanno constatato che era stato realizzato un allaccio abusivo alla rete elettrica mediante violenza sul cavo di alimentazione dell’ENEL, che intercettato su di una parete esterna è stato dapprima scorticato della guaina protettiva e applicati dei morsetti creando una derivazione convogliata all’interno dell’abitazione. Il personale tecnico ha provveduto a distaccare l’allaccio abusivo e mettere in sicurezza l’impianto. È emerso che nell’abitazione vi era una fornitura di energia elettrica cessata per morosità. Sono in corso i conteggi per quantificare l’entità del danno. L’arrestato espletate le formalità di rito è stato rimesso in libertà come disposto dall’Autorità Giudiziaria.