BRINDISI.MECCA e STICCHI (MNS – GI): Chiedono all’amministrazione di intervenire tempestivamente, rischio danni irreparabili.

La fitta vegetazione che ricopre le sponde del corso d’acqua del canale Patri deve essere urgentemente tagliata per ridurre il rischio di inondazioni che si verificano in occasione delle precipitazioni che sono già iniziate in questi giorni.
Il canale oltretutto è diventato una discarica a cielo aperto, il letto di canale Patri è infatti ridotto ad un immondezzaio di materiale di risulta e altri oggetti di vario genere.

Pertanto, sollecitiamo l’amministrazione a contattare immediatamente il Consorzio Arneo per la manutenzione straordinaria del canale.
Le preoccupazioni sono molteplici, sia per i danni che le piogge potrebbero arrecare alla questura, adiacente al canale, come già avvenuto in passato, sia per i danni che potrebbero arrecare direttamente le inondazioni al canale stesso e alla strada che lo costeggia.
Sperando in un tempestivo intervento da parte di amministrazione e Arneo, ci rivolgiamo alla comunità intera chiedendo più civiltà in quanto episodi simili non fanno che intaccare il ‘bene comune’.
Jacopo STICCHI Segretario provinciale Gioventù Identitaria
Andrea MECCA Segretario cittadino Gioventù Identitaria