INFUOCHIAMO UNO DEI BORGHI PIU’ BELLI D’ITALIA: CISTERNINO BORGO INFUOCATO nel centro storico di CISTERNINO – 19 e 20 ottobre 2018.

La pioggia battente che si è riversata su tutto il Sud Italia nel primo weekend d’ottobre non ha risparmiato proprio nessuno, provocando disagi e allagamenti anche in ogni angolo della Puglia.


E proprio per via del maltempo, è stato inevitabile rinviare l’evento del “Borgo Infuocato”, inizialmente previsto per il 5 e 6 ottobre a Cisternino, al venerdì 19 e sabato 20 ottobre prossimi. «Una scelta obbligata, seppur a malincuore – commenta l’organizzatore Manuel Manfuso, presidente dell’Associazione Smile – presa con cognizione di causa, per non mettere a rischio, lungo la strada, l’alto numero di visitatori previsti».
Fortunatamente, nulla è andato perduto. «Non mi sono perso d’animo e, nonostante le difficoltà, in quel weekend è stato possibile realizzare interessanti workshop sulla sicurezza – aggiunge Manfuso – mentre ora sono al lavoro per rendere l’evento ancora più bello e infuocato».
Resta, invece, invariata la cornice dalla giornata, la meravigliosa Casbah della Valle d’Itria, trepidante di ospitare questo grande festival interamente dedicato al fuoco, per la prima volta nel Sud Italia. Scintille, fiamme e danze inebrianti abbaglieranno il centro storico, avvolto da un’atmosfera rovente. Protagonisti della serata si confermano gli artisti di strada, tutti di altissimo livello, a cominciare da ManuCircus, maestro dell’arte circense che regalerà una performance da togliere il fiato, facendo volteggiare per aria oggetti e districandosi tra le fiamme in un perfetto equilibrio. Musiche dark, cabaret e folk saranno, invece, i tratti distintivi della performance di Dely De Marzo, artista poliedrico in grado di ricreare un’atmosfera in perfetto stile “Circo nero”. Non si potrà fare a meno di lasciarsi catturare dalle sue evoluzioni fiammeggianti, che spaziano da fontane di fuoco a pioggia di gocce infuocate, senza far mancare i classici numeri di mangia fuoco e sputa fuoco. Non saranno da meno gli straordinari Menti Ardenti, otto giovani professionisti, di origini fasanesi, che si esibiranno in armoniche coreografie alternate da ritmati ensemble, il tutto sotto un unico comune denominatore: il fuoco. Ad alto rischio lo spettacolo del fuoco de “Il secondo elemento” proposto dal siciliano Marco Ape, uno dei più bravi manipolatori di fuoco italiani. Accompagnato da un addetto alla sicurezza, pronto ad intervenire in caso di pericolo, questo artista travolgerà il pubblico in una vera e propria escalation di fiamme, passando da coreografie particolari alla manipolazione delle fiamme attraverso numeri di fachirismo e mangiafuoco. Servendosi di bastoni infuocati, del Rope Dart (corda lunga 3 metri con un’estremità infuocata, annodata attorno al corpo mentre si danza) lo show si concluderà con finale esplosivo di sputa fuoco “acrobatico”. I più golosi potranno, inoltre, godere di un’ampia area food e truck food, dove sarà possibile scegliere tra una vasta gamma di piatti e prelibatezze, tra cui la pizza e il panzerotto infuocato, mentre nei vicoli del centro sarà allestito un mercatino dell’artigianato, con prodotti di alta qualità accuratamente selezionati. “Borgo infuocato” è un evento patrocinato dal Comune di Cisternino e realizzato dalla maestria impeccabile dell’Associazione Smile e del suo direttore artistico Manuel Manfuso, noto in tutta la Puglia per aver messo a segno successi importanti con la carovana dello Smile Circus, Note bianche sotto le cummerse a Locorotondo, Magic Christmas a Faggiano, per citarne alcuni.
E la macchina operativa dell’Associazione Smile non accenna di certo a fermarsi. Subito dopo la tappa di Cisternino, da segnare in agenda l’appuntamento di domenica 28 ottobre a Locorotondo per la “La Notte dei Giganti”, un nuovo grande evento dedicato esclusivamente ai trampolieri, atteso per la prima volta nel Mezzogiorno.

Un nuovo evento a cura dell’Associazione Smile – Organizzazione & Gestione Eventi dopo il grande successo itinerante dello Smile CircuS – il Circo del Sorriso