BONIFICHE SIN: PROTOCOLLO DI LEGALITÀ PER BRINDISI CHE RIPARTE!

La sottoscrizione del Protocollo d’intesa per la legalità e per la prevenzione dei tentativi di infiltrazione della criminalità organizzata, in relazione agli interventi di bonifica del Sin di Brindisi,  avvenuta il 12 ottobre u.s. in Prefettura con Syndial Spa – Eni , segna l’avvio delle opere di bonifica e di una maggiore tutela ambientale di queste aree, regolamentando in modalità puntuale e trasparente tutta l’attività delle imprese che verranno coinvolte dalla stessa Syndial nei lavori di appalto.

            I segretari generali territoriali, Antonio Castellucci della Cisl ed Emiliano Giannoccaro della Femca Cisl, tra i firmatari dell’intesa, oltre ad aver ringraziato il Prefetto per la sua riconosciuta capacità di tener sempre unito un territorio ricco di potenzialità ma assai complesso, ritengono di estrema importanza le linee guida contenute nel Documento, che mirano a garantire norme preventive molto stringenti, nel contrastare i tentativi di ingerenza criminale e di possibili infiltrazioni malavitose, così come le tante opportune prescrizioni introdotte, che risultano scrupolose e puntuali in tutte le fasi per lo svolgimento dei lavori che verranno assegnati nell’area Sin.

            “Questo protocollo – dichiarano Castellucci e Giannoccarooltre ad essere un’azione concreta, di rispetto e di attenzione verso il territorio, è una ulteriore prova di volontà di progresso di Brindisi, dove tutti sono impegnati a partecipare ed intervenire con nuove regole che dovranno incidere nel futuro economico, sociale e culturale del territorio, con lo scopo di realizzare un modello di società responsabile e con l’obiettivo di un lavoro sicuro e dignitoso.”

            Oltremodo importante ed efficace, proseguono i segretari, “la presenza di una clausola risolutiva dei contratti di assegnazione dei lavori di appalto per le imprese inadempienti, in ordine alla trasparenza legale, alla sicurezza, al rispetto delle leggi e dei contratti di lavoro applicati, alla regolarità sui cantieri, fino al monitoraggio e alla vigilanza programmata nell’area interessata, con il nucleo delle forze dell’ordine e delle competenti autorità ispettive.”

            Importante è stato l’auspicio manifestato dal Prefetto Valerio Valenti, in occasione dello stesso incontro, anche per le bonifiche da avviare con le parti pubbliche, magari con le stesse modalità e azioni stabilite con Syndial.

            “Come Cisl abbiamo espresso al Dott. Valenti piena soddisfazione e confermato rinnovata collaborazione con le Istituzioni locali, poiché questa iniziativa si colloca in un momento cruciale per le politiche di sviluppo del territorio brindisino, in quanto siamo profondamente convinti che senza legalità non ci potrà mai essere un vero sviluppo economico e sociale – aggiungono Castellucci e Giannoccaro –  e al Prefetto, all’Ad di Syndial, al Sindaco di Brindisi Riccardo Rossi e a tutti i presenti al tavolo, abbiamo proposto un percorso di dialogo sociale che, partendo dai contenuti del Protocollo inizi a porre argine all’emorragia di posti di lavoro e alle criticità occupazionali che tormentano il territorio.”

È ulteriore convincimento della Cisl che il Protocollo d’intesa sottoscritto generi effettive prospettive ed opportunità di lavoro nuove “che convenientemente regolamentate anche dalla stessa Prefettura, con opportune clausole sociali di protezione del mercato del lavoro, condivise con un Patto per il lavoro tra rappresentanti dei lavoratori, istituzioni e imprese, potranno creare una risposta concreta alla pressante domanda di lavoro di imprese e lavoratori.”