BRINDISI.L’Amministrazione Comunale di Brindisi diffida Versalis, anche e soprattutto alla luce dell’ultimo episodio di accensione torcia avvenuto lo scorso 18 settembre.INTERVISTE e il testo completo della diffida

Ma  è una vicenda che ormai dura da molti  anni.

Alcuni giorni fa  il Sindaco di  Brindisi  Riccardo Rossi  e i rappresentanti dell’ Amministrazione  Comunale  avevano avuto presso   Palazzo di Città  un incontro con i vertici Versalis  per avviare  un percorso sinergico  e costruttivo sulla tutela ambientale del  Sito brindisino e il Piano Investimenti.

Ora, il Comune di Brindisi diffida  ufficialmente  Versalis (  attraverso  una nota di diffida  trasmessa  al Prefetto di Brindisi, alla Procura della Repubblica, il Ministero dell’ Ambiente  e della Tutela  del Territorio e del Mare, Regione  Puglia, Provincia di Brindisi – Settore  Ambiente,  ISPRA,  ARPA  PUGLIA e Brindisi,  ASL  Brindisi), alla luce anche  e soprattutto dell’ ultimo episodio avvenuto lo scorso  18 settembre, relativo all’ ennesima sfiammata della Torcia e quindi del blocco compressore.

Episodio che, secondo  il   Sindaco  Riccardo  Rossi(  in conferenza stampa, insieme all’ Assessore Regionale  all’ Ambiente  Roberta  Lopalco)   e  quanto evidenziato nella diffida, presenta  diverse irregolarità e  anomalie.   Irregolarità, anomalie, mancanza  di dovuti controlli e verifiche, tra l’ altro evidenziate in una relazione dettagliata da parte dell’ ARPA.

Insomma, il primo cittadino è determinato a portare avanti  precise richieste che, del resto, non fanno altro che completare  un percorso  di battaglie sul versante della tutela dell’ ambiente   e della salute dei cittadini  consolidate dal movimento da  lui  costituito  ( Brindisi Bene Comune).  Sì,perché, checché ne dica qualcuno , di questo parliamo, dei punti interrogativi sempre presenti sulla salute e l’ ambiente che, in ogni caso, devono essere al centro dell’ attenzione  di una politica industriale.

Una vicenda che ormai si trascina da diversi anni, quelle continue e anomale accensioni di torce  dal sito industriale brindisino, anche di notte.  E’ scritto  nella nota di diffida che è stata consegnata agli organi di stampa( in allegato il testo completo)  nel corso della conferenza stampa  tenutasi  in sala giunta  :  “ Nell’ attualità  si  rileva  che le frequenti accensioni  delle torce di emergenza rendono estremamente  cogente  il tema  dell’ efficientamento  dell’ impianto, al fine di   evitare  il sistematico ripetersi  di eventi transitori, che per loro natura  dovrebbero   restare  episodici e che, invece,  sono divenute sistematiche  espressioni di guasti  di sistema, sovente non previsti “.   L’ Amministrazione  Comunale  invita  Versalis   “ ad attivarsi  nel più breve tempo possibile per intraprendere ogni  azione necessaria e in ogni caso entro  e non oltre  il termine di 30 giorni dalla notifica della diffida”.

  In caso di  inottemperanza a quanto previsto nella presente diffida , “ l’ Amministrazione  procederà ad  ulteriore  disposizione volta ad intimare  la cessazione   delle fonti inquinanti  afferenti  al medesimo impianto”.

Questi  solo alcuni passi  importanti di una decisione dell’ Amministrazione Comunale  che, statene certi, farà anche discutere. Vicenda che, inevitabilmente( ma  non lo si scopre certamente in queste ore) coinvolge anche  i risvolti di natura occupazionale.

Vedremo quali saranno le risposte ed azioni di Versalis, da fornire soprattutto alla comunità brindisina che continua ad essere preoccupata.

Diffida versalis

 

Foto e video  di  Marcello Altomare.