BRINDISI: NASCE STAMP, STARTUP DI GIOVANI ITALIANI CHE RIVOLUZIONA IL TAX FREE SHOPPING

Completa digitalizzazione, assenza di commissioni e niente più code per essere rimborsati

Trasformare qualsiasi negozio in un ​duty-free in città per viaggiatori stranieri? Questa è la scommessa di Stamp, la startup che promette di aumentare le vendite retail grazie al Tax Free Shopping e che è nata da un gruppo di giovani imprenditori italiani che hanno maturato esperienze in Silicon Valley e nel retail ed hanno deciso di applicare la financial technology per risolvere i principali problemi del settore: lunghe code, alte commissioni, lenta burocrazia.

Di fatto, Stamp fornisce al negozio di città gli strumenti dei duty-free aeroportuali, offrendo un’esperienza cliente al passo coi tempi e che risponde alla domanda dei più sofisticati acquirenti stranieri. L’azienda offre un sistema innovativo che:

  • Permette ai clienti residenti all’estero di ​acquistare beni direttamente ​senza IVA in negozio, ​senza commissioni​ e costi nascosti, incentivando le vendite.
  • Migliora l’esperienza e la fidelizzazione del cliente ​eliminando le farraginose procedure di rimborso e le code​ aeroportuali che frenano il settore.
  • Digitalizza e semplifica l’intera procedura, gestita attraverso ​un solo portale web o un’app.

Una rivoluzione digitale del tax free che porta vantaggi a negozi, turisti e sistema paese, incluso l’Erario​, e che facilita il passaggio alla fatturazione elettronica appena entrata in vigore per questo mercato.

Il Tax Free Shopping, che vale globalmente oltre 50 miliardi di dollari annui, è di strategica importanza per Made in Italy e turismo. L’80% circa delle spese si concentra in Europa, con l’Italia nella top 4 delle destinazioni. Un dato che cresce insieme al numero degli arrivi internazionali nel nostro paese, in aumento del 10% all’anno (dati Altagamma/Enit).

“Il tax free è troppo spesso vissuto dai punti vendita come un problema di contabilità, la nostra tecnologia può invece trasformarlo in un vantaggio competitivo per i commercianti” – commenta MICHELE FONTOLAN, co-fondatore di Stamp – “Siamo orgogliosi di poter finalmente offrire ai turisti stranieri un’esperienza che incentivi gli acquisti e che possa garantire all’Italia un’attrattiva maggiore rispetto alle altre destinazioni dello shopping mondiale”.