A Mesagne lo spettacolo Zanna Bianca

Prima tappa pugliese dello spettacolo di Francesco Niccolini e Luigi D’Elia

Un omaggio selvaggio e passionale a Jack London, ai lupi, al Grande Nord e all’antica e ancestrale infanzia del mondo. Venerdì 26 ottobre, alle ore 21.00 al Teatro Comunale Mesagne va in scena “Zanna Bianca, della natura selvaggia”, lo spettacolo di Francesco Niccolini con Luigi D’Elia nelle scene dello stesso D’Elia e le luci di Paolo Mongelli. (info e prenotazioni 339.1338519).

Lo spettacolo, considerato la prova più matura ed emozionante degli autori D’Elia e Niccolini, fa tappa a Mesagne prima della lunga tournée italiana. Un appuntamento imperdibile, prima tappa pugliese dello spettacolo in forma completa dopo il debutto dello scorso maggio e prima tappa di un tour che dalla fine di questo mese fino ad aprile 2019 vedrà lo spettacolo in scena nelle principali città italiane.

Nel grande Nord, al centro di un silenzio bianco e sconfinato, una lupa con chiazze di pelo color rosso cannella sul capo e una lunga striscia bianca sul petto, ha trovato la tana migliore dove far nascere i suoi cuccioli. Tra questi un batuffolo di pelo che presto diventerà il lupo più famoso di tutti i tempi: Zanna Bianca. Luigi D’Elia e Francesco Niccolini tornano nel luogo che amano di più, la grande foresta. Ma se cinque anni fa l’avevano raccontata con gli occhi di un bambino meravigliato e di un nonno esperto e silenzioso, questa volta rinunciano agli esseri umani e alle loro parole, per incontrare chi della foresta fa parte come le sue ombre, il muschio, l’ossigeno: i lupi. Questo è uno spettacolo che ha gli occhi di un lupo, da quando cucciolo per la prima volta scopre il mondo fuori dalla tana a quando fa esperienza della vita, della morte, della notte, dell’uomo, fino all’incontro più strano e misterioso: un ululato sconosciuto, nella notte. E da lì non si torna più indietro. Un racconto che morde, a volte corre veloce sulla neve, altre volte si raccoglie intorno al fuoco.

I due autori lavorano insieme dal 2009 quando hanno scoperto e continuato a nutrire un modo di fare teatro e libri per l’infanzia e i giovani che li lega nel loro rapporto verso l’arte e verso la terra. Dopo quattro narrazioni premiate tra i migliori lavori del teatro ragazzi italiano degli ultimi anni, con Cammelli a Barbiana hanno raccontato il miracolo della Scuola di Barbiana di Don Milani per teatri, scuole e istituzioni d’Italia e d’Europa e ora sono approdati nella materia letteraria viva e pulsante di Jack London.

Età consigliata: per tutti (ragazzi dai 7 anni)

Biglietto d’ingresso: intero 10 euro, ridotto 5 euro per ragazzi sotto i 12 anni

Info e prenotazioni 339.1338519).