ASSUNZIONE PER DUE ALLIEVI TRATTORISTI DI UN CORSO DELL’ENTE DI FORMAZIONE “INPUGLIA” FINANZIATO DALLO SPRAR DELL’AMBITO BR1 – COMUNE DI BRINDISI

Assunti in una importante azienda agricola due giovani, ospiti dello Sprar dell’Ambito BR1-Comune di Brindisi gestito dalla Coop. Soc. “Solidarietà e Rinnovamento”, che hanno conseguito il mese scorso il patentino per la guida del trattore presso l’Ente di formazione INPUGLIA.

Un corso teorico-pratico della durata di 20 ore, la maggior parte svolte alla guida di due trattori, un New Holland ed un Massey Ferguson, macchine imponenti che consentono l’esecuzione di lavori pesanti nelle medie e grandi aziende agricole.

La formazione finanziata e sostenuta dallo stesso SPRAR di Brindisi, rivolta a 5 disoccupati , ha raggiunto l’obiettivo congiuntamente prefissato dall’ente di formazione e dall’ente di gestione del Centro di accoglienza per famiglie.

Abbiamo rilevato l’esigenza di lavoratori con competenze nella guida dei trattori tra molte aziende agricole ed in un mese abbiamo promosso e organizzato il corso, registrando la disponibilità a svolgere le prove pratiche presso l’azienda olivicola e vitivinicola San Cosimo Srl del dr. Michele Ghisleri, attiva nei Comuni di Oria e Latiano.

Due dei partecipanti si sono particolarmente distinti ed alla conclusione del percorso il titolare ha manifestato l’interesse e la disponibilità ad assumerli da  martedì 23 ottobre.

Obiettivo raggiunto per i nostri allievi operatori agricoli, ci auguriamo di raggiungere lo stesso risultato con gli altri allievi del corso per saldatori terminato nel settembre scorso  . Molto probabilmente si attiveranno due tirocini formativi della durata di 6 mesi, rapporti di lavoro per i quali, sia lo Sprar di Brindisi che Inpuglia si impegneranno affinchè si trasformino a tempo indeterminato.

Possiamo confermare con tali esperienze che una formazione mirata per figure professionali operanti nei settori prioritari della nostra Regione può creare posti di lavoro. Tutti gli enti di formazione accreditati dalla Regione Puglia stanno svolgendo anche questo compito di gestione dell’incrocio tra domanda e offerta di lavoro, sopperendo alle difficoltà che stanno bloccando l’azione dei centri pubblici per l’impiego.