Mesagne (Br).IL 36° TROFEO “DINO DE GUIDO” DI TENNIS A URSO E TERMINI

Si è conclusa mercoledì 24, sui campi in terra rossa del Circolo Tennis Mesagne, la 36^ edizione del Trofeo “Dino De Guido”, storico appuntamento dedicato ai tennisti di terza categoria. Il prestigioso trofeo, che vanta nel proprio albo d’oro numerosi atleti che hanno fatto la storia del tennis pugliese, ha visto la numerosa partecipazione di tennisti provenienti da tutta la Puglia, ben 106.

A mettere in bacheca l’ambito trofeo istituito per la prima volta nel lontano 1978, sono stati Giuseppe Urso del C.T. Latiano  e la tennista del C.T. “Mario Stasi” di Lecce Alessandra Termini, per quanto concerne il tabellone dedicato ai terza categoria. Nel tabellone di quarta, invece, a trionfare sono stati, il tennista di casa Luca Pisoni e la portacolori del C.T. Crispiano Sara Valentini.

Nella gara di finale maschile del terza categoria, a contendere la vittoria al primo favorito del tabellone Giuseppe Urso, è stato Alessandro Coccioli (tds n.3) del C.T. Smash di Torre Santa Susanna. I due hanno raggiunto la finale sconfiggendo in semifinale i due esponenti del circolo di casa, Gianmarco Caforio (n.4) e Antonio Caramia (n.2), rispettivamente per 6-4/6-2 e 7-5/7-5. Dopo un primo set portato a casa agevolmente da parte di Urso col punteggio di 6-2, nel secondo, Coccioli è riuscito a condurre per 5 a 3 prima di subire il recupero del primo favorito del tabellone. I due, poi, sono riusciti a tenere il turno di servizio e il set si è deciso al tie break, nel quale è prevalsa la maggiore esperienza di Urso: 6-2/7-6 (4) il punteggio finale in favore del tennista del C.T. Latiano.

La finale del tabellone femminile di terza categoria, invece, ha visto fronteggiarsi la numero uno Alessandra Termini (C.T. “Stasi” Lecce) e la testa di serie numero 6, Maria Clelia Poli (C.T. Brindisi).

L’incontro, però, è risultato essere a senso unico in favore della giocatrice leccese, che si è imposta col netto punteggio di 6-2/6-2, bissando il successo dello scorso anno. Da considerare che la tennista brindisina era riuscita nell’impresa di eliminare la numero 3 Giulia My per 7-6/6-1.

Nel tabellone di quarta categoria maschile, successo di Luca Pisoni (C.T. “Dino De Guido” Mesagne) su Alessio Calabrese (C.T. Latiano) per 6-4/6-2 ; nel femminile, invece, vittoria di Sara Valentini (C.T. Crispiano) che ha avuto la meglio su Melania Eramo (C.T. Cisternino) col punteggio di 6-2/6-4.

Alla cerimonia di premiazione hanno presenziato il consigliere comunale delegato allo Sport del Comune di Mesagne Gianfrancesco Castrignanò, il consigliere regionale FIT Alessandro Dell’Aquila, il delegato provinciale FIT Franco Ruggiero, il consiglio d’amministrazione del “ Dino De Guido” con in testa il presidente Nicola De Guido,  il presidente onorario del sodalizio mesagnese Lelio Ostillio, e, in rappresentanza della famiglia, Vito De Guido, fratello di Dino, uno dei soci fondatori e primo vice presidente del Club mesagnese, scomparso tragicamente e prematuramente nel 1976, al quale è stato intitolato il circolo e al quale è dedicato questo trofeo.

Ottima la direzione delle gare che sono state affidate ai Giudici Arbitri Luciano Caforio, Roberto Paiano e Damiano Maria Pacciolla e ai direttori di gara Marcello Morobianco e Deborah Volpe.

Una menzione particolare all’azienda Smash Tennis Specialist di Lecce che è stata di valido supporto all’evento, fornendo le palline e mettendo in palio uno splendido zaino che è stato vinto dal tennista Poli tra tutti gli iscritti al torneo.