Carovigno, Carabinieri: 38enne arrestato per maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione, danneggiamento e resistenza a pubblico ufficiale.

I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di San Vito dei Normanni hanno proceduto all’arresto in flagranza per i reati di maltrattamenti in famiglia, tentata estorsione e resistenza a pubblico ufficiale di DI LATTE Alessandro 38enne di Carovigno.

I fatti sono accaduti nel corso della notte nell’abitazione della famiglia DI LATTE in Contrada Bosco dove era stato richiesto l’intervento degli operanti a causa di animati dissidi in seno al nucleo familiare. I congiunti dell’indagato hanno riferito di aver richiesto l’intervento dei militari a causa dei comportamenti tenuti dallo stesso, il quale pretendeva che gli venissero consegnati dei soldi nonché l’autovettura della sorella per recarsi in Taranto per rifornirsi di sostanza stupefacente. Ovviamente i congiunti hanno riferito di non aver aderito alle richieste e che di contro, l’indagato aveva rotto il finestrino anteriore destro dell’auto di proprietà della sorella. In quel frangente l’indagato particolarmente agitato, è stato sollecitato dai militari a calmarsi ma lo stesso ha iniziato ad urlare infliggendo uno schiaffo alla guancia della sorella che ha tentato di calmarlo e successivamente spingendo violentemente la madre che andava a sbattere sull’autovettura di servizio dei Carabinieri. Nella circostanza i militari sono intervenuti al fine di evitare ulteriori conseguenze per la donna ma l’indagato particolarmente agitato si è avventato con le mani al petto di un militare spintonandolo e facendogli perdere l’equilibrio. A quel punto è stato bloccato e condotto negli uffici dove è stato dichiarato in stato di arresto e al termine delle formalità di rito è stato associato nel carcere di Brindisi a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.