Costituita a Brindisi la Comunità Africana, per dare rappresentanza ai migranti di otto diverse nazionalità.

Nominato  Presidente  Drissa Kone, già puntuale  “ portavoce” delle istanze dei migranti.

Anche   la   Comunità  Africana di Brindisi va alle votazioni, per dare praticamente  rappresentanza ai migranti di otto diverse nazionalità che vivono  onestamente  nella  città.  Votazioni  che sono avvenute  lo scorso 4 novembre  presso  il Dormitorio  situato  in Via Provinciale  per San Vito  ed  hanno portato all’ elezione  unanime di Drissa Kone.

Drissa,  già da diverso tempo  “portavoce”  in città delle problematiche  , istanze di chi fa parte a pieno diritto della comunità brindisina, evidenziando correttezza di comportamento  e voglia di condivisione e partecipazione.

Drissa, 31  anni, originario  del   Mali, protagonista( anche e soprattutto in quest’ ultimo periodo caratterizzato da diverse polemiche in città) di iniziative  e manifestazioni  a difesa appunto dei diritti della comunità africana, e non solo.

La maggior parte dei votanti vive presso il Dormitorio  di Via  Provinciale  San Vito, una realtà, non da adesso, molto discussa, con la presenza di criticità ed emergenze che sono al vaglio della nuova  amministrazione comunale guidata dal Sindaco Riccardo  Rossi.

Drissa, contento, onorato  per un ruolo sicuramente di grande importanza  e responsabilità,  che si sofferma proprio sull’ attuale situazione del dormitorio, legata   alla criticità delle condizioni igienico – sanitarie e il sovraffollamento.   “  Per fronteggiare  questa problematica, abbiamo intenzione di effettuare un censimento  degli ospiti  in possesso di un regolare contratto di lavoro e quindi pronti  a garantire  un   canone mensile di fitto. Questo  per poter liberare posti all’ interno del Dormitorio, che deve dunque arrivare ad una nuova fase in cui una nuova gestione, la sicurezza  e  migliori condizioni  igienico – sanitarie, devono avere priorità. Sappiamo benissimo che purtroppo  c’è in città ancora una parte della comunità brindisina reticente a concedere in affitto le abitazioni, ma confidiamo nella collaborazione  e comprensione della maggior parte dei cittadini brindisini. Per me  il ruolo che mi è stato assegnato  è molto importante e di grande responsabilità, ma so di avere il sostegno da parte  di comitati, movimenti,  associazioni, la gente per bene con cui ho già avuto l’ onore di collaborare. Nei prossimi giorni, come  Comunità  Africana, chiederemo  un’ incontro con l’ Amministrazione  Comunale e le istituzioni. Vogliamo dare un contributo alla vita della città, a consolidare quelle basi di fratellanza  e unità di intenti per cui continuiamo a batterci “.

Scritto da Ferdinando Cocciolo

Scritto da Ferdinando Cocciolo

Giornalista - Dir.Resp. Flashback Magazine (Brindisilibera.it)

More Posts

Follow Me:
Facebook

Scritto da Ferdinando Cocciolo

Scritto da Ferdinando Cocciolo

Giornalista - Dir.Resp. Flashback Magazine (Brindisilibera.it)