Riflettori puntati sulla nuova regolamentazione regionale in materia di controllo e manutenzione degli impianti termici In Puglia

Interessate 4.072 imprese

Bari – La federazione degli Impiantisti termoidraulici aderenti a Confartigianato Imprese Puglia segue con estrema attenzione l’iter che porterà all’emanazione del nuovo regolamento regionale in materia di controllo e manutenzione degli impianti termici, secondo quanto dettato a livello nazionale dal decreto del Presidente della Repubblica (DPR) numero 74/2013.
In Puglia, sono interessate oltre 4mila aziende che si occupano di «Installazione di impianti idraulici, di riscaldamento e di condizionamento dell’aria, inclusa la manutenzione e la riparazione».

Per l’esattezza, 1.679 sono quelle che operano in provincia di Bari, 384 a Brindisi, 549 a Foggia, 1.116 a Lecce, 344 a Taranto.
Per 4.072 imprese pugliesi ed i relativi addetti, la nuova disciplina dovrà segnare un cambio di passo nella direzione del miglioramento delle condizioni di lavoro e della trasparenza nella gestione delle procedure.
«La normativa in fase di costruzione – afferma Paolo Lattarulo, presidente regionale degli impiantisti termoidraulici di Confartigianato – dovrà necessariamente tradursi in una piattaforma comune per le varie realtà provinciali, fino ad oggi sviluppatesi in maniera disorganica, con conseguenze, in alcuni casi, particolarmente gravose tanto per i consumatori quanto per le imprese. Queste ultime, in particolare, alle volte si sono dovute confrontare con procedure estremamente farraginose e con regolamenti molto differenti tra loro finanche a livello comunale: elementi che hanno inasprito le enormi difficoltà della categoria, già costretta a fare i conti con una crisi economica senza precedenti.
È assolutamente necessario – ha concluso il presidente – che il nuovo regolamento assicuri da un lato il superamento di queste problematiche e dall’altro la conservazione e la messa a fattor comune delle ‘best practices’ che ogni territorio è stato in grado di esprimere nei precedenti anni. Ciò a tutto vantaggio di un miglior servizio per l’utenza e di migliori condizioni di lavoro per le imprese, senza dimenticare le ricadute positive in materia di efficienza e sicurezza degli impianti.»
Per questi motivi, il direttivo regionale degli Impiantisti termoidraulici di Confartigianato ha già elaborato ed inviato ai competenti uffici regionali un documento contenente le proposte della categoria, al fine di avviare un percorso quanto più possibile condiviso con le istituzioni e gli altri soggetti coinvolti.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.