BARI – De Biasi (La Puglia prima di tutto): “Per Torre Guaceto qualcosa finalmente si muove, ma ora si rispetti il crono programma deciso perché non è il caso di perdere altro tempo”

BARI – Finalmente qualcosa si muove per salvare l’Oasi naturale di Torre Guaceto e al tempo stesso garantire un servizio ai cittadini serviti dal depuratore consortile di Carovigno. Soddisfazione per le decisioni assunte nell’incontro di oggi tra la Regione Puglia e i tecnici dell’Acquedotto Pugliese è espressa dal presidente del gruppo consiliare “La Puglia prima di tutto”, Francesco De Biasi, primo firmatario dell’ordine del giorno approvato unanimemente nei giorni scorsi in Consiglio regionale.


“Il fatto che si sia scelta la strada di ridurre al minimo indispensabile i tempi d’intervento – dice De Biasi – è decisamente positivo, anche perché si registra finalmente una assunzione di responsabilità delle parti in causa. Bene che AQP predisponga apposito progetto delle trincee drenanti disperdenti che sarà presentato al Servizio Risorse Idriche e alle altre amministrazioni competenti, entro 20 giorni dalla data di oggi; bene anche che AQP provveda alla realizzazione dell’intervento entro i 3 mesi successivi alla data del rilascio delle autorizzazioni, con oneri a proprio carico nel rispetto della normativa vigente e con procedure di massima urgenza. Bene inoltre che sia stato coinvolto il Consorzio gestione Torre Guaceto perché in questa vicenda è assolutamente proibito commettere altri errori”.
Insomma, adesso si tratta di vigilare che tutto prosegua secondo il crono programma stilato e che soprattutto sia davvero individuato uno scarico alternativo al Canale Reale, perché “non si può vanificare la scelta di giocare finalmente d’anticipo. Né – conclude De Biasi – era ipotizzabile attendere il pronunciamento del Tar, il 19 novembre, oppure i tempi individuati in un primo tempo dalla Regione Puglia”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.