Torna DIGITAL HERITAGE, a Bari e Brindisi dal 4 al 15 novembre

DIGITAL HERITAGE Archivi audiovisivi nell’era digitale. Seconda edizione Dal 4 al 15 novembre Mediateca Regionale Pugliese (BARI) Hub della Conoscenza (BRINDISI). Con Pietro Marcello, Reto Kromer, Marcello Seregni, Antonello Di Vincenzo, Mirco Santi, Italo Spada, Diego Pozzato

Continua il viaggio negli archivi nell’era digitale con Digital Heritage. Torna dal 4 al 15 novembre, tra Mediateca Regionale Pugliese di Bari e Hub della Conoscenza di Brindisi, per il secondo anno consecutivo, il Laboratorio dal Basso organizzato dall’associazione culturale Frammenti, all’interno del progetto d’archivio Oggetti Smarriti. Esperti nazionali e internazionali con i quali indagare il ruolo del digitale nelle pratiche di conservazione, recupero e valorizzazione dei documenti d’archivio. E, a chiudere, il regista PIETRO MARCELLO, tra i più autorevoli esponenti della ri-creazione filmica dei materiali d’archivio.

Digital Heritage attraverso sei laboratori a ingresso gratuito, destinati a videomaker, operatori culturali e quanti intendono avvicinarsi con più consapevolezza alle immagini, analizzerà i vari formati digitali per la conversione e la conservazione di documenti audiovisivi su supporti analogici e le diverse pratiche di riutilizzo degli stessi, non solo in operazioni di “ri-creazione” (film di finzione, documentari, videoarte), ma anche attraverso l’uso delle nuove tecnologie come mostrerà il caso studio di M.I.A. – Mediateca Interattiva Audiovisiva, ideato all’interno di un Living Lab coordinato dal consorzio pugliese CETMA per l’archivio della Mediateca Regionale Pugliese.

I primi tre laboratori teorico-pratici saranno ospitati dalla Mediateca Regionale Pugliese. Si comincia il 4 novembre con Marcello Seregni dell’Archivio Storico del Film della Cineteca Italiana di Milano che racconterà l’evoluzione del lavoro di gestione di un archivio audiovisivo attraverso le tecnologie digitali.
Il 5 novembre, Antonello Di Vincenzo, ideatore di Blutek ed esperto di infrastrutture tapeless di post-produzione e digital restoration, mostrerà le diverse tecniche di recupero e restauro di supporti analogici e video.
Il 6, 7 e 8 novembre, sarà il turno di Reto Kromer, esperto di salvaguardia del patrimonio audiovisivo, e di Mirco Santi, dell’Archivio Nazionale del Cinema di Famiglia. Oggetto degli incontri sarà lo studio dei diversi formati video digitali e del ruolo del digitale nella conservazione e nel recupero e restauro dei supporti analogici.
Il 10, l’11 e il 12 novembre ci si sposta all’Hub della Conoscenza di Brindisi, dove Italo Spada, del Consorzio CETMA, condividerà con i partecipanti le tecniche di valorizzazione degli archivi attraverso la realtà virtuale e la realtà aumentata.
Il 13 novembre si torna in Mediateca con Diego Pozzato che si occuperà del rapporto fra imprese e cultura, a partire dall’’esperienza dell’Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa.

Chiusura, dal 13 al 15 novembre, sempre in Mediateca, affidata a Pietro Marcello, uno fra i più innovativi registi del panorama cinematografico contemporaneo, autore di opere come La bocca del lupo e Il silenzio di Pelesjan, che sapientemente attingono alle immagini di archivio. E proprio l’utilizzo creativo delle immagini sarà oggetto delle sue lezioni che partiranno dalla selezione del materiale proveniente dai fondi audiovisivi Oggetti Smarriti e Archivio Storico Birra Peroni.

Tutte le lezioni sono a ingresso gratuito. Le richieste di partecipazione ai laboratori, destinati a un massimo di 30 partecipanti ciascuno, vanno inviate entro il 31 ottobre all’indirizzo dh@archiviooggettismarriti.it.

Digital Heritage è un laboratorio realizzato con il contributo dell’iniziativa Laboratori dal Basso, misura promossa e gestita dall’ARTI e dal programma regionale Bollenti Spiriti, azione della Regione Puglia cofinanziata dalla UE attraverso il PO FSE 2007-2013, in partenariato con Apulia Film Commission/Mediateca Regionale Pugliese, con il patrocinio del Comune di Bari e del Comune di Brindisi e in collaborazione con le associazioni culturali Transtv, Hic Locus Est, Rec e di promozione sociale Inuit, Sinapsi, Akubari.

Per informazioni
www.archiviooggettismarriti.it
info@archiviooggettismarriti.it
327.78.51.719 (Annalisa)
393.27.30.630 (Narda)
340.06.49.560 (Floriana)
340.56.64.057 (Martina)

regista PIETRO MARCELLO
Il regista PIETRO MARCELLO

DIGITAL HERITAGE Archivi audiovisivi nell’era digitale Dal 10 al 12 novembre Hub della Conoscenza (BRINDISI)
9:00 – 18:30

Nella seconda edizione di Digital Heritage si ribalta l’idea degli archivi come luoghi polverosi di conservazione, in fucine di idee che sfruttano le nuove tecnologie per valorizzare e far rivivere i documenti che conservano.
Nell’Hub della Conoscenza a Brindisi dal 10 al 12 novembre, Italo Spada del Consorzio CETMA, introdurrà i partecipanti alle innovative tecniche di valorizzazione degli archivi, al concetto di realtà virtuale e realtà aumentata.
Grazie alla nuova collaborazione tra l’associazione FRAMMENTI e l’Archivio Storico Birra Peroni verranno ipotizzate e testate soluzioni innovative da applicare al caso reale dell’archivio Peroni.

Il case study, in particolare, sarà MIA – Mediateca Interattiva Audiovisiva, strumento per la valorizzazione dei contenuti dell’archivio della Mediateca Regionale Pugliese, attraverso mobile app, con la quale l’utente può facilmente accedere ai contenuti proposti da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento.

Inoltre, si analizzerà il futuro delle piccole e medie imprese che investono nelle nuove tecnologie e il mercato della realtà aumentata. Il percorso formativo sarà caratterizzato da sessioni interattive condivise, in cui verranno testati strumenti che permettono di arricchire l’esperienza digitale. Oltre a divulgare e trasferire la cultura tecnologico- scientifica, Digital Heritage mira a comprendere come questi tool del futuro possono tradursi in servizio efficiente e alla portata di tutti.

CONSORZIO CETMA – AREA NEW MEDIA – Laboratorio di ricerca
Da oltre 10 anni l’area New Media del consorzio ha maturato competenze ed esperienze nel campo dell’interazione virtuale, dell’animazione 3D e nella modellazione RealTime e offline. Opera nei settori dell’industria, dei beni culturali, dell’entertainment e dei nuovi media (augmented reality e smart technologies). Servizi: Realtà Virtuale, Realtà Aumentata, Animazione 3D, Sistemi di Visualizzazione Interattiva, CAD, Video, Web&App.
www.cetma.it

ITALO SPADA
Dopo la laurea e diverse esperienze lavorative in UK, torna in Italia. Oggi è coordinatore come Area Manager per il gruppo di ricerca di Produzioni Virtuali e Design della Comunicazione della Divisione di Disegno Industriale del Consorzio CETMA.
E’ formatore Autodesk Maya 3D e dal 2007 al 2011 presta docenze tecniche per Enaip, Universus, Forcopim, Università del Salento, Università di Bari e Accademia delle Belle Arti di Lecce, oltre a docenze per Programmi Operativi Nazionali e Regionali di Alta Formazione nell’ambito dei beni culturali e dell’industria dell’automotive.

Programma:

4 Novembre 9:00 – 18:30 M
Marcello Seregni
Elementi di storiografia, materiali e legislazione che regola le attività di un archivio audiovisivo. Il docente prenderà come caso studio, attraverso immagini e video, il lavoro pratico e di gestione che è alla base dell’archivio cinematografico della Cineteca Italiana, anche in considerazione dei recenti cambiamenti dovuti alla tecnologia digitale.

5 novembre 9:00 – 18:30 M
Antonello Di Vincenzo
Elementi di restauro cinematografico. Il docente illustrerà i vari supporti analogici (pellicola e video) e le relative tecniche di recupero e restauro dei supporti obsoleti. Le sessioni di hands on permetteranno ai partecipanti di visionare i diversi supporti e mettere in pratica le nozioni acquisite durante la lezione.

6-7 e 8 novembre 9:00 – 18:30 M
Reto Kromer e Mirco Santi
Studio dei diversi formati video digitali e del ruolo del digitale nella conservazione e nel recupero e restauro dei supporti analogici. I docenti allestiranno sessioni pratiche in cui i partecipanti saranno chiamati ad estrarre i metadati tecnici di un file, convertire un file da un formato a un altro, verificare l’integrità di un file, allestire un file di diffusione a partire da un master d’archivio, generare dei DCP. A fine percorso i file DCP verranno proiettati all’interno di una sala cinematografica di Bari per mostrare i risultati delle lezioni.

10-11 e 12 novembre 9:00 – 18:30 H
Italo Spada
Innovazione tecnologica applicata agli archivi. I partecipanti saranno introdotti al concetto di realtà virtuale e realtà aumentata e alle tecniche di utilizzo delle nuove tecnologie applicate alla valorizzazione del patrimonio culturale. Inoltre si analizzerà il futuro delle pmi che investono nelle nuove tecnologie e il mercato della realtà aumentata. Case study: MIA – Mediateca Interattiva Audiovisiva (strumento per la valorizzazione dei contenuti d’archivio attraverso realtà aumentata e mobile app, con i quali l’utente potrà facilmente accedere ai contenuti proposti da qualsiasi luogo e in qualsiasi momento).

13 novembre 9:00 – 13:00 M
Diego Pozzato
Aziende che investono in cultura. Rapporto tra imprese e cultura. Qual è il raggio d’interesse delle imprese private nell’investimento culturale? Case study: Archivio Nazionale del Cinema d’Impresa.

13 novembre 14:30 – 18:30 | 14 e 15 novembre 9:00 – 18:30 M
Pietro Marcello
Riutilizzo creativo di immagini d’archivio con il regista Pietro Marcello (La bocca del lupo, Il silenzio di Pelesjan), a partire da una selezione di immagini provenienti dal fondo audiovisivo Oggetti Smarriti.

Legenda dei luoghi
M BARI Mediateca Regionale Pugliese – via Zanardelli, 30
H BRINDISI Hub della Conoscenza c/o Palazzo Guerrieri – via Guerrieri, 7

FRAMMENTI

L’associazione culturale FRAMMENTI nasce nel 2010 grazie al contributo regionale PRINCIPI ATTIVI dando vita al progetto d’archivio OGGETTI SMARRITI che gestisce con l’associazione culturale TRANSTV.
OGGETTI SMARRITI è il marchio sotto il quale le due associazioni lavorano alla raccolta di fondi filmici privati per digitalizzarli e, grazie al contributo dei proprietari e cineamatori, catalogarli per rendere l’archivio consultabile e fruibile da chiunque. Ad oggi Oggetti Smarriti comprende un fondo audiovisivo di circa 50 ore di filmati amatoriali digitalizzati e catalogati su piattaforma xDams. Ogni giorno raccoglie donazioni e richieste da famiglie che vorrebbero rivedere i propri ricordi impressi su celluloide.

VOLANTINO A3 FRONTE2014_10_18_VOLANTINO A3 RETRO


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.