PUGLIA: RIFIUTATA RIUNIONE AL CO.CE.R, COLPA DEL MATRIMONIO INDIANO A FASANO?

Il deputato pugliese M5S Scagliusi, con una interrogazione parlamentare, chiede al Governo se il divieto alla riunione del Co.Ce.R è legato alla paura di manifestazioni pro-Marò durante il concomitante matrimonio indiano

ROMA – Ha destato più di qualche perplessità la mancata autorizzazione del Capo di Stato Maggiore della Difesa alla richiesta di convocazione del Presidente del Consiglio Centrale di Rappresentanza (Co.Ce.R) Interforze, l’istituto di tutela del personale appartenente alle forze armate, per una riunione della Delegazione presso la sede della Guardia Costiera a Fasano.

Voci di corridoio, anche all’interno del Co.Ce.R, hanno associato tale diniego alla concomitante festa di matrimonio in Puglia della figlia di uno dei più importanti magnati indiani, Pramod Agarwa e alla relativa preoccupazione del Governo italiano di una potenziale esternazione di disapprovazione da parte del Co.Ce.R. Interforze riguardo la vicenda che vede coinvolti i due Marò detenuti in India. Per questo motivo, il deputato pugliese Scagliusi (M5S), con una interrogazione parlamentare, ha chiesto delucidazioni al Ministro della Difesa Roberta Pinotti per sapere se il Ministro ritenga che, con il voluto annullamento della riunione, si siano sovvertite le norme dei regolamenti vigenti e quali siano nel dettaglio le ragioni della decisione di annullamento della riunione stessa.

Si tratta di una pura coincidenza – dichiara il deputato Emanuele Scagliusi (M5S) – Nella stessa data in cui è stato negato il permesso al Co.Ce.R. Interforze, nella stessa località si è celebrato il matrimonio della figlia di uno dei più importanti magnati indiani, Pramod Agarwa. Se non fosse solo una coincidenza, si tratterebbe di un episodio di chiara limitazione di mandato a cui speriamo di non dover assistere in futuro. I nostri Marò sono ancora trattenuti dall’India con una autentica violazione dei loro diritti, mentre in Italia va in scena quella che sembra l’ennesima beffa. Non si tiene una riunione del Co.Ce.R. per non rischiare di disturbare il matrimonio della figlia di un magnate indiano? Mi auguro di ricevere presto una risposta dal Ministro Pinotti che fughi ogni dubbio. Di contro – continua il parlamentare 5 Stelle – resta l’inaccettabile immobilismo di questo Governo e di quelli precedenti sulla questione dei nostri Marò. Noi del M5S siamo stati i primi a decidere di partire per New Delhi per sincerarci delle condizioni di Salvatore Girone e Massimiliano Latorre, prima che si accodassero i rappresentanti dei ‘partiti’. Purtroppo però, quotidianamente ci scontriamo con l’indifferenza degli altri parlamentari e con la ormai nota irrilevanza dell’Italia nello scenario internazionale, che è causa della permanenza forzata dei nostri due Marò in India”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.