BARI, SCIOPERO LAVORATORI TERNA DEL 611/2014

In data 03/10/2014, a seguito della proclamazione dello stato di agitazione indetto dalle OO.SS. regionali, si è tenuta la prevista procedura di raffreddamento presso la Prefettura di Bari, in rappresentanza di tutte le Prefetture provinciali, tra Terna Rete Italia Direzione Territoriale Centro Sud e le Rappresentanze regionali dei sindacati di categoria degli elettrici FILCTEM CGIL, FLAEI CISL e UILTEC UIL .

La discussione sviluppatasi sulle tematiche contestate dalle OO.SS. confederali regionali ai responsabili aziendali, tra le quali: comportamenti autoritari nei rapporti gerarchici, gestione unilaterale e discrezionale degli accordi economici, attrezzature DPI inadeguate, mancata copertura posizioni vacanti delle attività svolte in turno H/24 ed altro, è stata caratterizzata da un’accesa discussione che, però, ha registrato la rigida posizione aziendale, la quale ha confermato integralmente le motivazioni e le prerogative aziendali già esposte nel precedente incontro tra le parti, tenutosi il 16/09/2014, presso la sede aziendale di Bari. Le OO.SS. confederali, in rappresentanza dei lavoratori elettrici pugliesi di Terna, avendo dovuto prendere atto della posizione aziendale intransigente e insensibile rispetto a quanto lamentato dalla rappresentanza sindacale, hanno ritenuto l’espletamento della procedura di raffreddamento con esito negativo e, pertanto, hanno proclamato lo sciopero di tutti i lavoratori Terna della Puglia con le seguenti modalità: 1) Astensione dalle prestazioni di lavoro straordinario programmato e da ogni forma di collaborazione non definita da specifici accordi sindacali dal 16/10/2014 al 14/11/2014; 2) Astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro per le prime 4 (quattro) ore del giorno 30/10/2014 per l’Unità Impianti di Bari (comprensiva del distaccamento di Foggia) e per il Centro Teleconduzioni Impianti di Bari, alla cui astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro sarà interessato tutto il personale, ad eccezione di quello “esentato” ai sensi dell’accordo sindacale nazionale sull’esercizio del diritto di sciopero nel settore elettrico 3) Astensione dalle prestazioni ordinarie di lavoro il giorno 06/11/2014 nelle prime 4 ore di lavoro per l’Unità Impianti di Brindisi ( comprensiva del Distaccamento di Taranto e della squadra di Lecce

COMUNICATO AI LAVORATORI

In data 16/10/2014, a seguito della proclamazione dello sciopero dello straordinario e dell’astensione dalle prestazioni lavorative nei giorni 30/10/2014 per la UI di Bari, compresa la squadra distaccata di foggia e i lavoratori giornalieri/disponibili del CTI e 6/11/2014 per la UI di Brindisi, comprese le squadre distaccate di Taranto e Lecce , ciascuno per 4 ore lavorative, inizia: L’Astensione dalle prestazioni di lavoro straordinario programmato , che
durerà dal 16/10/2014 al 14/11/2014. Questo sciopero, fortemente voluto da tutti i lavoratori di Terna Rete Italia – Direzione Territoriale Centro Sud della Puglia, ha l’intento di dimostrare all’azienda che certi comportamenti, inerenti la gestione del personale, che ledono la dignità dei lavoratori Terna della Puglia e il loro diritto a percepire quanto dovuto per le attività svolte fuori della propria abituale sede di lavoro, non può essere tollerato da chi ha sempre garantito all’azienda forte dedizione al lavoro e massimo spirito di identificazione aziendale. Tali peculiarità dei lavoratori Terna della Puglia, però, non possono essere scambiate per assuefazione e accondiscendenza ad un modo di agire, nella gestione del personale, che nulla ha a che fare con la capacità di coinvolgimento e condivisione dell’impegno di lavoro, che nel tempo hanno sempre caratterizzato il gruppo Dirigente della realtà Terna pugliese. Pertanto, per quanto su esposto e per tutte le altre motivazioni puntualmente contestate ai responsabili aziendali, nella riunione per la procedura di raffreddamento tenutasi presso la Prefettura di Bari il 3/10/2014,
INVITIAMO TUTTI I LAVORATORI TERNA DELLA PUGLIA AD ADERIRE COMPATTI ALLO SCIOPERO PROCLAMATO UNITARIAMENTE DALLE SEGRETERIE/COORDINAMENTI REGIONALI DI FILCTEM CGIL , FLAEI CISL RETI E UILTEC UIL DELLA PUGLIA .
Ricordando che lo sciopero si svolgerà con le seguenti modalità:
1) Astensione dalle prestazioni di lavoro straordinario programmato e da ogni forma di collaborazione dal 16/10/2014 al 14/11/2014;
2) Astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro per le prime 4 (quattro) ore del giorno 30/10/2014 per l’Unità Impianti di Bari (comprensiva del distaccamento di Foggia) e per il Centro Teleconduzioni Impianti di Bari, alla cui astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro sarà interessato tutto il personale, ad eccezione di quello  “esentato” ai sensi dell’accordo sindacale nazionale sull’esercizio del diritto di sciopero nel settore elettrico 3) Astensione dalle prestazioni ordinarie di lavoro il giorno 06/11/2014 nelle prime 4 ore di lavoro per l’Unità Impianti di Brindisi ( comprensiva del Distaccamento di Taranto eIn data 16/10/2014, a seguito della proclamazione dello sciopero dello
straordinario e dell’astensione dalle prestazioni lavorative nei giorni 30/10/2014 per la UI di Bari, compresa la squadra distaccata di foggia e i lavoratori giornalieri/disponibili del CTI e 6/11/2014 per la UI di Brindisi, comprese le squadre distaccate di Taranto e Lecce , ciascuno per 4 ore lavorative, inizia: L’Astensione dalle prestazioni di lavoro straordinario programmato , che durerà dal 16/10/2014 al 14/11/2014. Questo sciopero, fortemente voluto da tutti i lavoratori di Terna Rete Italia – Direzione Territoriale Centro Sud della Puglia, ha l’intento di dimostrare all’azienda che certi comportamenti, inerenti la gestione del personale, che ledono la dignità dei lavoratori Terna della Puglia e il loro diritto a percepire quanto dovuto per le attività svolte fuori della propria abituale sede di lavoro, non può essere tollerato da chi ha sempre garantito all’azienda forte dedizione al lavoro e massimo spirito di identificazione aziendale.
Tali peculiarità dei lavoratori Terna della Puglia, però, non possono essere scambiate per assuefazione e accondiscendenza ad un modo di agire, nella gestione del personale, che nulla ha a che fare con la capacità di coinvolgimento e condivisione dell’impegno di lavoro, che nel tempo hanno sempre caratterizzato il gruppo Dirigente della realtà Terna pugliese. Pertanto, per quanto su esposto e per tutte le altre motivazioni puntualmente contestate ai
responsabili aziendali, nella riunione per la procedura di raffreddamento tenutasi presso la Prefettura di Bari il 3/10/2014,
INVITIAMO TUTTI I LAVORATORI TERNA DELLA PUGLIA AD ADERIRE COMPATTI ALLO SCIOPERO PROCLAMATO UNITARIAMENTE DALLE SEGRETERIE/COORDINAMENTI REGIONALI DI FILCTEM CGIL , FLAEI CISL RETI E UILTEC UIL DELLA PUGLIA .
Ricordando che lo sciopero si svolgerà con le seguenti modalità:
1) Astensione dalle prestazioni di lavoro straordinario programmato e da ogni forma di collaborazione dal 16/10/2014 al 14/11/2014;
2) Astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro per le prime 4 (quattro) ore del giorno 30/10/2014 per l’Unità Impianti di Bari (comprensiva del distaccamento di Foggia) e per il Centro Teleconduzioni Impianti di Bari, alla cui astensione dall’ordinaria prestazione di lavoro sarà interessato tutto il personale, ad eccezione di quello “esentato” ai sensi dell’accordo sindacale nazionale sull’esercizio del diritto di sciopero nel settore elettrico 3) Astensione dalle prestazioni ordinarie di lavoro il giorno 06/11/2014 nelle prime 4 ore di lavoro per l’Unità Impianti di Brindisi ( comprensiva del Distaccamento di Taranto e della squadra di Lecce) Le della squadra di Lecce)


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.