BRINDISI, Omicidio Tedesco, Fermato un sospetto Killer e due complici

BRINDISI – I carabinieri del Nucleo investigativo hanno fermato Francesco Coffa, brindisino di 33 anni sospettato di essere il Killer che lo scorso sabato ha ucciso Mino Tedesco  nel corso di una lite. Il provvedimento restrittivo è stato deciso dal pm Iolanda Daniela Chimienti poiché  ritenuto responsabile dei reati di omicidio, tentato omicidio e detenzione e porto abusivo di armi. Nel corso della stessa operazione sono stati tratti in arresto anche due complici, 33 e 30 anni, M.L. e D.L., ritenuti responsabili del reato di favoreggiamento personale avendo dato rifugio presso la loro abitazione, consentendogli di sottrarsi alle ricerche.

I comlici sono stati posti in regime di arresti domiciliari presso la propria abitazione, mentre il fermato è stato tradotto presso la casa circondariale di Brindisi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.