BRINDISI, Conclude il ciclo di spettacoli delle compagnie brindisine nell’ambito della Festa del Circo Contemporaneo la Compagnia Mòtumus con la Scuola di recitazione Talìa

Conclude il ciclo di spettacoli delle compagnie brindisine nell’ambito della Festa del Circo Contemporaneo la Compagnia Mòtumus con la Scuola di recitazione Talìa, dirette dall’attore regista Maurizio Ciccolella. Va in scena “Arlecchino, ovvero il servo che voleva amare e mangiare” un riadattamento del capolavoro della commedia dell’arte italiana “Servitore di due padroni” di Carlo Goldoni. Lo spettacolo che ha debuttato nella stagione estiva del Comune di Brindisi in due date sold out ritorna in una formula ancora rinnovata, grazie al continuo work in progress della compagnia.

Maurizio Ciccolella
Maurizio Ciccolella

Il gruppo di attori della Scuola Talìa, al quale si aggiungono per l’occasione tre ex alunni già professionisti, ha continuato a fare ricerca sul testo e sulla messa in scena, sperimentando in modo più attento le potenzialità del testo goldoniano in un gioco di verità e grottesco che anima i novanta minuti di spettacolo. Arlecchino è il servo per eccellenza, ignorante ma astuto, che riesce ad ottenere utili non più da un solo padrone ma, appunto, da due. A partire da questo nucleo centrale si irradiano equivoci, lazzi, storie di amore, gelosie, fino ad intravvedere spunti di una sorta di femminismo ante litteram: nel ruolo della serva che rivendica una verità al femminile e nel coraggio di una delle protagoniste che, travestita da uomo, sfida l’impossibile per aiutare il proprio innamorato. La messa in scena ha mantenuto il linguaggio dialettale che il grande Goldoni affidò alle maschere, mentre lascia parlare i signori e le altre donne in un italiano di altissimo livello drammaturgico. Uno spettacolo volutamente “canonico” ma con alcune rivisitazioni sia nelle scelte musicali che nelle modalità interpretative. Per questo adatto ad un pubblico vasto: dai più piccoli ai più grandi. La compagna ha scelto questo particolare motto per invitare il pubblico della propria città: “San Martino si festeggia con Arlecchino!” L’appuntamento è infatti per martedì 11 alle ore 21,00 presso il chapiteau del circo “El Grito” sito sul lungomare Regina Margherita all’altezza dei Giardinetti. I biglietti possono essere acquistati presso il botteghino del Nuovo Teatro Verdi aperto tutti i giorni escluso i festivi dalle 10,00 alle 13,00 e dalle 16,30 alle 19,00, oppure un’ora prima all’ingresso dello chapiteau. Biglietto intero 7,00 €, ridotto 5,00 €.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.