AMBIENTE, DARIO STEFÀNO: “ILVA NON DEVE ESSERE UNA NUOVA ETERNIT”

“L’annullamento delle condanne previste per l’inquinamento nel processo “Eternit” ripropone una questione fondamentale: la revisione delle norme che regolano la prescrizione relativa al reato di danno ambientale. Il mio pensiero va subito all’Ilva di Taranto”.

Lo dichiara il senatore Dario Stefàno a proposito della sentenza della Corte di Cassazione che ha dichiarato la prescrizione nel processo Eternit.

 “Occorre stabilire – prosegue il senatore Stefàno – come tanti esperti suggeriscono, che i termini di prescrizione del reato decorrano dall’avvio della bonifica dei siti inquinati e non dall’interruzione della condotta illegale. Per una ragione semplice: il danno alla salute delle persone si ferma solo risanando quello che si è avvelenato”.

Poi la preoccupazione per la situazione di Taranto: “Il pensiero corre subito all’ILVA – prosegue –  bisogna in ogni modo evitare che restino impunite le ferite mortali inferte alla città e ai suoi abitanti. Non può considerarsi prescritto un reato che continua ogni giorno”.

“Compierò ogni sforzo nel mio ruolo di senatore – conclude –  per sostenere tutte le iniziative utili in Parlamento per modificare la legge attuale”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.