FIM- CISL Taranto Brindisi, Problematiche occupazionali personale ditte appaltatrici Petrolchimico di Brindisi

Nella giornata di mercoledì 19 novembre 2014 presso la sala A. Landella della UST CISL Taranto-Brindisi alla presenza dei segretari di categoria della FIM-CISL Taranto-Brindisi, Nunzio SEMERARO e Michele TAMBURRANO e del Segretario UST-CISL Taranto-Brindisi Piero De Giorgio si è tenuto l’attivo di tutti i delegati e le RSU FIM-CISL operanti all’interno del Petrolchimico di Brindisi con all’ordine del giorno: “Problematiche occupazionali personale ditte appaltatrici Petrolchimico di Brindisi”.


All’incontro è stato invitato il Presidente del Consiglio Comunale di Brindisi Luciano LOIACONO, in quanto promotore ed organizzatore con il Sindaco di Brindisi Consales di un incontro tra Versalis, Comune, parti sindacali e associazioni datoriali che si svolgerà il giorno 25 novembre presso palazzo Nervegna.
Nella relazione introduttiva Michele TAMBURRANO ha evidenziato la situazione di grave disagio in cui versano le maestranze delle ditte Sartori Tecnologie Industriali ed MCM dopo aver appreso che il loro posto di lavoro è a rischio sottolineando che in assenza di una clausola di salvaguardia che tuteli tutti i lavoratori all’interno del Petrolchimico si è costretti ad ogni cambio di appalto ad assistere a veri e propri drammi sociali. “La posizione della FIM-CISL, sostiene Nunzio SEMERARO, parte dal rispetto degli accordi sottoscritti sul territorio dando rilevanza agli aspetti relativi alla tutela della salute, della sicurezza, la legalità e la qualità del lavoro in materia di ambiente e sicurezza garantendo la continuità occupazionale a tutti i lavoratori, indifferentemente che i loro contratti siano a tempo indeterminato o determinato”. Infine Piero De Giorgio ha tenuto a precisare che come O.S. abbiamo il compito oltre che di tutelare l’occupazione anche di vigilare sugli appalti e subappalti che rappresentano un settore d’importante criticità in materia di sicurezza. Si continua ad assistere all’assegnazione di appalti con offerte al ribasso che mettono in discussione l’occupazione e le attività di aziende che rispettano la sicurezza, la legge e i contratti nazionali di lavoro, a favore invece di altre dove l’unico parametro di valutazione considerato da parte delle committenti è “ l’offerta economicamente più vantaggiosa, ”
Tutti gli interventi che si sono succeduti hanno voluto consegnare simbolicamente al Presidente Loiacono una serie di istanze della categoria per evidenziare che oltre a problemi di carattere ambientale e occupazionale relativo al comparto chimico esistente all’interno del Petrolchimico esiste un mondo di appalti e sub-appalti metalmeccanici meritevoli di approfondimenti e soprattutto di soluzioni nell’incontro che si terra il 25 novembre 2014.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.