BRINDISI, DICHIARAZIONE ON. ELISA MARIANO (PD) SU CONSIGLIO COMUNALE MONOTEMATICO SU ORDINE PUBBLICO

“Pur non potendo partecipare perché impegnata in un convegno a Napoli sulla figura di Berlinguer e il Mezzogiorno,  esprimo il mio sostegno all’iniziativa odierna e ringrazio in primo luogo il Governo, nella persona del Vice Ministro Bubbico, per la solerzia con cui ancora una volta ha accettato il nostro invito ad essere presente a Brindisi e per l’attenzione con cui segue le vicende che riguardano questo territorio.

Ovviamente mi auguro che questa giornata sia solo l’inizio di un percorso a sostegno della legalità che possa pervadere con più forza, di quanto non avvenuto sino ad ora, ogni ambito sociale ed istituzionale.
Come ho già avuto modo di dichiarare ritengo che la risposta da offrire a questa grave situazione non può essere soltanto di tipo repressivo, ma deve essere anche e soprattutto di tipo culturale e politico. Per mettere in campo una strategia efficace contro abusi e criminalità abbiamo bisogno di riflettere a lungo e con coraggio anche sul contesto entro cui questi fatti criminosi si generano e per farlo non è sufficiente un solo giorno, ma un impegno costante e più profondo, che continui anche a riflettori spenti. Un impegno capace di accendere un faro anche sulle tante zone d’ombra in cui il limite tra legalità ed illegalità si fa talmente sottile da essere tollerato, considerato quasi normale. La politica e le Istituzioni, è inutile ricordarlo, hanno una grande responsabilità, perchè è soprattutto da loro che deve partire l’impulso per una battaglia senza sconti all’illegalitá e ad ogni forma di crimine e sopruso. Con tanta più forza questa battaglia sarà vincente, quanto più la politica saprà affrancarsi, nella legittima ricerca del consenso, da logiche clientelari governate dai meccanismi dello scambio che mortificano la democrazia e indeboliscono le istituzioni. Per questo è positiva una reazione, una giornata in cui si dica con chiarezza da che parte si sta. Una reazione che, mi auguro, non si esaurisca nell’ oggi. Ma che da oggi, con più coraggio, con più determinazione, e cercando un’alleanza vera con tutte le forze sane della città e dell’intera provincia, possa tradursi in un percorso visibile di riscatto. Un percorso in cui ciascuno di noi con ancora maggiore impegno e responsabilità profonderá il massimo impegno al servizio di questa assoluta priorità”.