BRINDISI, Sviluppo e Lavoro sulle primarie del centro sinistra alla regione Puglia

Comunicato sull’esito delle primarie del centro-sinistra alla Regione Puglia
Una prima considerazione da fare a proposito delle primarie dello scorso 30 novembre è che , contrariamente a quanto verificatosi nel Veneto e sopratutto in Emilia, l’affluenza alle urne è stata al di sopra delle aspettative.
135 mila cittadini hanno avuto fiducia nella politica e hanno riconosciuto alle primarie un importante valore di democrazia e partecipazione.


La vittoria netta del candidato Michele Emiliano, segretario regionale del PD, era considerata prevedibile e tuttavia noi consideriamo sia stato importante cogliere l’opportunità di confrontarsi all’interno del popolo della sinistra pugliese, che da questo esercizio di democrazia ha tratto sicuramente ulteriori occasioni di riflessione
La seconda considerazione va fatta sui risultati nella nostra città, che ci vedono direttamente interessati: anche a Brindisi ha vinto Emiliano, ottenendo il consenso di 756 elettori, seguito da Stefàno con 509 e Minervini 52.
Per il candidato sostenuto dalla nostra associazione si tratta di un indiscutibile successo. Dario Stefàno raggiunge infatti la percentuale del 39 % , che risulta di gran lunga la più alta nelle città capoluogo della regione, a parte ovviamente quella ottenuta a Lecce, nella sua città .
Non abbiamo vinto, ma ci sentiamo tutt’altro che sconfitti, considerando che si è trattato di una lotta impari: poiché Emiliano era appoggiato dall’amministrazione comunale, dall’intero Partito Democratico, dal Centro Democratico, dall’ UDC, da Sì Democrazia , da comitati e associazioni varie, che molto si sono spese in questi mesi per tessere una rete di rapporti e collegamenti con l’ex sindaco di Bari, il quale per altro, nella nostra città è vissuto ed ha operato come magistrato .
Riteniamo di poter affermare che il lusinghiero risultato fatto registrare dal senatore Stefàno a Brindisi sia il frutto dell’impegno profuso da Sviluppo e Lavoro, insieme a quei pochi superstiti di Sel, che non ha in città riferimenti organizzativi.
Poichè non disponiamo di apparati di partito nè di truppe cammellate abbiamo chiesto ed ottenuto il voto libero delle persone che hanno visto in Dario Stefàno il candidato giusto, avendo ampiamente dimostrato come assessore alle politiche agricole nella giunta Vendola , di possedere grandi doti di amministratore capace, innovativo e competente.
Il nostro grazie sentito e sincero va quindi a quei 509 cittadini che ci hanno sostenuto con il loro voto, consegnandoci un messaggio di fiducia e di speranza.
All’indomani del voto ci auguriamo adesso che si possa avviare un percorso di impegno comune per far proseguire la nostra Regione sul solco tracciato in questi dieci anni dal centro-sinistra, migliorando laddove si sono evidenziate carenze e difficoltà e completando quei percorsi virtuosi già in corso.
Questo sarà possibile se il Pd e il suo candidato rinunceranno a perseguire spericolate alleanze e accordi opachi con i soliti ceti politici autoreferenziali, ma si impegneranno piuttosto ad operare con le associazioni, i movimenti, le categorie sociali , i cittadini liberi, per rinnovare il mondo della politica pugliese, senza negarne le radici e i valori più autentici.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.