Latiano, Psi, possibilità di svolgimento delle primarie del centro sinistra a Latiano, per le ormai prossime elezioni amministrative.

L’iniziativa coraggiosa e determinata intrapresa dagli Ecopacifisti è una opportunità che merita riflessione oltre che apprezzamento. Sarebbe un peccato non farlo visto che l’obiettivo è quello di riportare la politica latianese sul binario vivo del confronto.

Un confronto che purtroppo è rimasto ai margini, soffocato da interessi di parte, nonostante gli appelli al rinnovamento attraverso l’utilizzo di efficaci metodi democratici quali le primarie. Un dialogo e un confronto vero che avremmo voluto si facesse in tutto il centro sinistra e invece non si è voluto fare o si è fatto in modo superficiale. Purtroppo gli equilibri precostituiti a volte oppongono resistenze che sono difficili da piegare per aprire le strade verso un vero rinnovamento. E
questo è uno dei mali che uccide la nostra democrazia, anche nella nostra città, trascinata nel corso degli anni in uno stato di coma farmacologico che sembra irreversibile ma in realtà non lo è. Basterebbe invertire davvero la rotta se solo lo si volesse per davvero. La situazione democratica cittadina è tenuta in vita artificialmente da poche persone al comando di un sistema che di democratico ha molto poco, perché succede che poche persone decidono le sorti di migliaia di persone scoraggiate e abbandonate al proprio destino. E questo non può andare bene. Se non c’è partecipazione non vi può essere vera democrazia. Viste le attuali resistenze di chi preferisce proseguire sul cammino sin’ora percorso, è giusto dare la possibilità ad altri di tentare di aprire nuove strade che possano offrire alla città opportunità diverse. Far conoscere e confrontare pubblicamente ad esempio i programmi di due possibili candidati quali l’avv. Maiorano e l’avv. Ruggero per poi ricorrere al metodo delle primarie, sarebbe una bella strada per dimostrare alla città che c’è la volontà di fare meglio. Occorrerebbe spalancare le porte a tante persone nuove ed oneste, pronte ad offrire volentieri il proprio contributo in cambio di un vero cambiamento. Soltanto benefici quindi ad una situazione politica accartocciata, incapace di rinnovarsi. La politica che ormai produce solo prodotti preconfezionati spediti direttamente sul Municipio ha stancato un po’ tutti e crediamo stia per finire il suo tempo. I cittadini dovranno far capire proprio questo ai nostri amministratori. Vinca il confronto, vinca la democrazia.

La Pole Dance a Brindisi si chiama Vertical Gym

Inaugurata sabato scorso a Brindisi, in Via Romolo 49,

la Scuola di Pole Dance Vertical Gym

Danza artistica, Sport, Sensualità, Fitness e Acrobatica