LECCE, AUTO ELETTRICHE: PARCHEGGI GRATIS E VIA LIBERA NELLA ZTL

Grazie al provvedimento adottato dall’Amministrazione Comunale i veicoli elettrici potranno parcheggiare gratuitamente sulle strisce blu e circolare liberamente nelle zone a traffico limitato


Anche per tutto il 2015 sarà consentito il transito e la sosta nelle zone a traffico limitato del centro storico di Lecce e la sosta in tutte le zone tariffate esistenti, a tutti i veicoli a quattro ruote in genere, con trazione esclusivamente elettrica, indipendentemente dal luogo e via di residenza, muniti di regolare permesso, rilasciato dal settore Mobilità e Trasporti.
Un’apposita ordinanza è stata firmata dal dirigente Giovanni Puce.
“Per il terzo anno consecutivo abbiamo adottato questo provvedimento – spiega l’assessore al Traffico e alla Mobilità, Luca Pasqualini – grazie al quale intendiamo proseguire sulla strada del turismo e della mobilità eco-sostenibile sensibilizzando i cittadini all’uso di mezzi trasporto alternativi e compatibili con una mobilità rispettosa dell’ambiente e della salute del cittadino. Come è noto, Lecce è una delle città che hanno scelto di puntare con convinzione ad offrire un servizio di ricarica cittadino a disposizione delle auto elettriche attraverso le cinque postazioni ubicate in piazza Sant’Oronzo, via XXV Luglio, piazza Massari, viale Giovanni Paolo II e via Vito Carlucci. L’obiettivo di questa Amministrazione è quello di migliorare la qualità della vita degli abitanti attraverso l’utilizzo di sistemi di trasporto più sostenibili e la riduzione della nostra dipendenza dalla macchina e dagli altri mezzi privati”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.