Ferrarese: “Energia elettrica e gas gratuiti per le famiglie più bisognose di Brindisi e Taranto con le somme ricavate dalle convenzioni”

“Le somme ricavate dalle convenzioni siano direttamente versate alle famiglie con basso reddito attraverso l’esenzione totale di energia elettrica e gas”: è la proposta del coordinatore regionale dell’NCD, ed ex presidente della Provincia di Brindisi, Massimo Ferrarese.

“Tra Brindisi e Taranto si producono energia elettrica e carburante come in nessuna parte del Paese. Le aziende produttrici (attraverso convenzioni specifiche) e lo Stato (con l’esclusione dell’accise) hanno entrambi il dovere di compensare subito il territorio per la perdita di chances e per il grande disagio.

“La mia proposta è quella di utilizzare questi fondi per una esenzione totale di energia elettrica e gas per 7.000 famiglie nell’area interessata di Brindisi e 7.000 famiglie in quella di Taranto. In un momento così difficile per l’occupazione e per l’economia in generale, mentre la nostra gente soffre quotidianamente per il disagio economico, non possiamo pensare di utilizzare i fondi per costruire altre piazze e fontane. Torneremo sicuramente a farlo, ma solo quando si sarà risolto il gravissimo problema sociale.

“E’ ovvio – conclude Ferrarese – che la mia proposta non attenua gli impegni per l’ambientalizzazione che le aziende devono mantenere perché la salute dei cittadini non può essere monetizzata. Ma i disagi provocati al territorio con gli insediamenti, quelli sì”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.