Guagnano (LE) e San Pancrazio Salentino: tre arresti per furto aggravato di metalli.

I carabinieri della Stazione di Guagnano nella serata di ieri hanno proceduto all’arresto in flagranza di reato di furto aggravato di Ravagnan Livio, nato a Poggiardo nel 1987, residente a San Pancrazio Salentino, celibe operaio censurato, e di Totaro Michele, nato a Mesagne nel 1996, residente a San Pancrazio Salentino, celibe operaio incensurato.

TOTARO MICHELE1I due sono stati sorpresi dalla pattuglia della Stazione di Guagnano, in transito (in contrada “Curia”) tra le campagne al fine di prevenire e reprimere i furti nelle aziende agricole, mentre erano intenti ad asportare i pali in ferro di una spalliera coltivata a vite di proprietà di una ditta con sede a Romano d’Ezelino (VI). I due facevano parte di una squadra di cinque soggetti: gli altri tre sono riusciti a scappare con l’ausilio di un furgone. Sono partite le immediate ricerche rivolte a scoprire l’identità dei correi. A tal fine sono state interessate le Stazioni limitrofe e principalmente, ovviamente, quella di San Pancrazio Salentino. LAURETTI EUPREMIO1Quest’ultima ha proceduto a una serie di perquisizioni nei confronti delle persone che normalmente si accompagnano con i due malfattori fermati dall’Arma di Guagnano. Uno di essi, Dinca Ioan Marian, nato in Romania il 18 aprile 1991, residente a San Pancrazio, Celibe operaio censurato, è stato trovato con indosso abiti sporchi di fango corrispondenti a uno di quelli visti fuggire. Dopo qualche insistenza ha ammesso il furto. Pertanto i colleghi di San Pancrazio Salentino lo hanno arrestato e messo ai domiciliari su disposizione del PM di turno di Lecce, dott.ssa Vallefuoco. Lo stesso magistrato ha disposto la traduzione ai domiciliari dei due fermati dalla Stazione di Guagnano.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.