Prov. Brindisi:Protocollo d’Intesa Rete LARA

Anche il Procuratore Capo della Repubblica di Brindisi, Marco Dinapoli, ha sottoscritto il protocollo di intesa della rete LARA (Lavorare in Rete per l’Antiviolenza), già approvato da 13 istituzioni quali Provincia di Brindisi, Tribunale ordinario di Brindisi, Tribunale per i minorenni di Lecce, Procura della Repubblica per i minori, USSM, ASL, Prefettura di Brindisi, Questura di Brindisi, e i 4 Ambiti territoriali sociali e con oggi la Procura di Brindisi, e 39 Istituti Scolastici.

Inoltre, hanno manifestato interesse alla Rete per la prevenzione ala violenza di genere e ad ogni abuso sui minori, l’Ufficio Scolastico Provinciale, i centri antiviolenza presenti sul territorio e altri attori del terzo settore.
Ieri, durante la sottoscrizione del Protocollo d’Intesa, si è ribadito tra l’altro l’importanza dell’iniziativa e la volontà a continuare questo percorso di collaborazione tra vari Enti e condivisione delle migliori strategie di intervento per il contrasto, la prevenzione e repressione della violenza, degli abusi e dei maltrattamenti. L’obiettivo primario è quello di affrontare questa realtà in modo strategico ed efficace, coordinando gli interventi già in atto nel territorio con nuove azioni e migliorando il livello e l’efficienza dei servizi. Nel prossimo mese di aprile saranno approvati il Manuale di gestione della Rete LARA e la Carta dei Servizi, nonché sarà avviata la formazione specialistica per gli operatori della Rete che accompagnerà gli stessi con lezioni frontali e laboratori di supervisione per i prossimi quindici mesi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.