PROVINCE: INTERROGAZIONE DELLA MARIANO. GOVERNO SOLLECITI LA REGIONE PUGLIA. LA TUTELA DI DIPENDENTI E LAVORATORI DELLE PARTECIPATE SIA PRIORITA’

“Sono moltopreoccupata – afferma l’on. Mariano- dal ritardo con cui la Regione Puglia sta procedendo nel percorso previsto dalla legge Delrio.  Per questo ho presentato un’interrogazione al Ministro degli Affari Regionali affinché lo stesso possa sollecitare la stessa ed eventualmente intervenire per recuperare chiarezza.

Fino ad ora siamo nella indeterminatezza perché la regione Puglia non ha ancora precisato in modo chiaro quali siano le funzioni delegate e non ha ancora indicato le risorse da cui attingere per lo svolgimento delle funzioni medesime. Ogni processo di riorganizzazione porta con sé incertezza e per questo va eseguito in modo rigoroso. Il compito nostro e della Regione è quello di far sì che tale processo avvenga senza traumi,correggendone i punti deboli che pure possono presentarsi e procedendo in modo spedito. Mi auguro che non ci sia necessità di avviare un confronto in sede ministeriale, che pure con questa interrogazione già ho richiesto, e che si arrivi quanto prima al compimento di quanto previsto dallanorma. Nel caso specifico della provincia di Brindisi non escludo la possibilità che esponenti stessi del Governo, su mia sollecitazione,possano venire qui sul territorio ad incontrare i lavoratori per un confronto diretto. La priorità per tutti quanti deve essere assicuraresia che il processo di ricollocazione dei dipendenti della nostra provincia proceda nel modo più sereno possibile, non intaccando garanzie eprofessionalità, sia la salvaguardia dei livelli occupazionali della società partecipata Santa Teresa”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.