Cisl Taranto Brindisi sulla vicenda Giunta

E’ da stigmatizzare senza riserva alcuna l’ingiustificabile decisione dalla Sveviapol, che opera nei territori di Brindisi, Taranto, Lecce, di licenziare il proprio dipendente Vincenzo Giunta, 46 anni, associato alla Fisascat Cisl, in forza da sei anni presso la stessa Società di Vigilanza, reo unicamente di essere stato colpito da un tumore alla testa e di essersi fatto curare, come è nel diritto di ogni persona che dà valore alla propria vita e all’esistenza serena e dignitosa dei propri familiari.


La Cisl Taranto Brindisi esprime la propria convinta solidarietà al lavoratore Giunta e l’incoraggiamento a proseguire nella sua lotta per la vita ma allo stesso tempo assicura l’impegno a rappresentare e tutelare il suo diritto alla conservazione del posto di lavoro, rispedendo al mittente la lettera raccomandata nella quale viene contestato il presunto superamento del periodo di comporto, ovvero il limite massimo di tempo perché un lavoratore dipendente possa beneficiare della retribuzione per malattia conservando il posto di lavoro.
Tanto più irricevibile e paradossale appare la decisione della Sveviapol, nei confronti del dipendente Giunta, quanto superata risulta nei fatti, stando alla documentazione sanitaria, la fase più acuta della malattia che lo ha colpito, dopo ben tre interventi chirurgici subiti a Milano, nell’ultimo del quale è stato possibile fortunatamente rimuovere l’85% del tumore.
Invocare l’applicazione del Contratto collettivo di lavoro, che regola i diritti e i doveri dei lavoratori in questo particolare settore, è il meno che la Cisl insieme con la Fisascat Cisl Taranto Brindisi si impegnano a fare, dal momento che tutta una serie di condizioni concorrono a considerare fin da ora illegittimo e ingiustificato il licenziamento, compresa la cessione di ramo di azienda tra Sveviapol e Cosmopol data come imminente.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.