Comunicato Cisl – Fisascat Cisl Taranto Brindisi

L’esito soddisfacente con cui si è definita la contestazione mossa dalla Fisascat Cisl Taranto Brindisi alla Società Sveviapol, a tutela del posto di lavoro del dipendente Vincenzo Giunta, ovvero l’avvenuto ritiro del licenziamento, in precedenza motivato dall’Azienda con argomenti eccepibili quanto socialmente inaccettabili, ripristina uno stato di diritto contrattuale e sancisce un precedente positivo.


Non è stato affatto accidentale che, proprio a seguito della denuncia Cisl, rimbalzata su tutti mezzi di informazione locale, regionale, nazionale e sui social network, abbia preso piede nei giorni a seguire un movimento vastissimo di solidarietà e di vicinanza al dramma umano e familiare di Vincenzo e di condanna perentoria per una decisione aziendale concepita dal comune sentire come odiosa e disumana.
La Cisl e la Fisascat Cisl cui il lavoratore Giunta è e continua ad essere associato, sollecitano ancora una volta una generale presa di coscienza circa il ruolo insostituibile di rappresentanza e di tutela assicurato dal sindacato, a cominciare dai luoghi di lavoro e dal territorio.
Ruolo che si esplicita, come in questo caso, nella ricerca del dialogo sociale prima ancora che nella mobilitazione e, come ultima necessità, in azioni di sciopero, per rivendicare i diritti e far esercitare i doveri ai sottoscrittori di accordi e contratti.
L’auspicio è che non ci si trovi più di fronte a situazioni come quella sopra evocata, in Sveviapol come altrove e si consideri sempre la prestazione lavorativa non solo come opportunità per guadagnare reddito ma soprattutto come occasione preziosa per rispettare e preservare la dignità di ogni persona.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.