SAN DONACI: CARABINIERI SEQUESTRANO BENI ALLA SCU PER OLTRE 500.000 €.

I CARABINIERI DEL NUCLEO INVESTIGATIVO DI BRINDISI HANNO PROCEDUTO AL SEQUESTRO ANTICIPATO DI BENI IMMOBILI E MOBILI NEI CONFRONTI INTESTATI O RICONDUCIBILI A CLEMENTE BENITO, NATO A SAN PIETRO VERNOTICO IL 22.9.1979 RESIDENTE A SAN DONACI, GIÀ CONDANNATO PER ASSOCIAZIONE PER DELINQUERE DI TIPO MAFIOSO.


SONY DSCIL PROVVEDIMENTO È STATO RICHIESTO DALLA DDA DI LECCE, A SEGUITO DELLE INDAGINI PROMOSSE DAL NUCLEO INVESTIGATIVO DI BRINDISI, ED È STATO EMESSO DAL TRIBUNALE DI BRINDISI – SEZIONE PENALE – UFFICIO MISURE DI PREVENZIONE, CHE HA APPLICATO LA NORMATIVA ANTIMAFIA.
IL VALORE COMPLESSIVO DEI BENI È DI OLTRE 500.000 € E COMPRENDE DUE IMMOBILI, UN LOCALE DEPOSITO, UN LASTRICATO SOLARE, DUE TERRENI AGRICOLI, DUE AUTOVETTURE (UNA FIAT 500 NUOVO MODELLO E UN’AUDI A3) E UN MOTOCICLO (UN’APRILIA 850). OLTRE I BENI ELENCATI SONO STATI SEQUESTRATI, SEMPRE AI FINI DELLA CONFISCA, 54.000,00 € IN CONTANTI, RINVENUTI E SEQUESTRATI DAI CARABINIERI, IN DATA 04.02.2015, PRESSO L’ABITAZIONE DI CLEMENTE BENITO NEL CORSO DI UNA PERQUISIZIONE DOMICILIARE.
LE INDAGINI HANNOSONY DSC CONSENTITO DI ACCERTARE LA SPROPORZIONE TRA REDDITI E BENI INFATTI, DAL 2004 AL 2014, IL NUCLEO FAMILIARE DEL CLEMENTE HA POTUTO DISPORRE DUNQUE DELLA SOMMA COMPLESSIVA DI POCO PIÙ DI 60.000 EURO, INIDONEA A GIUSTIFICARE I BENI ACQUISTATI NELLO STESSO PERIODO, NONCHÉ LE DICHIARAZIONI DI COLLABORATORI DI GIUSTIZIA CHE LO INDICANO QUALE SODALE ESPONENTE CLAN SCUC.D. “DEI MESAGNESI”- GRUPPO “VITALE”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.