Cellino San Marco: originario di Catania, sottoposto alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza sorpreso alla guida della propria autovettura con patente revocata, arrestato.

I Carabinieri della Stazione di Cellino San Marco hanno tratto in arresto, nella flagranza del reato di violazione agli obblighi derivanti dalla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno, FERULLI Marco, classe 1973 originario di Catania e residente a Cellino San Marco. Il sorvegliato è stato sorpreso alla guida  della propria autovettura una mercedes  con patente revocata. L’autovettura è stata sottoposta a sequestro ai fini della confisca.

Questa è la seconda ipotesi contemplata dall’art.116 del codice della strada che riveste carattere penale e riguarda  la guida senza patente o con patente negata, sospesa o revocata a persona sottoposta con provvedimento definitivo a misura di prevenzione come nel caso  in esame. Il Ferulli  è stato sottoposto alla misura di prevenzione della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza con obbligo di soggiorno dal 26 settembre 2018. Non è la prima volta che contravviene alle regole della sorveglianza speciale infatti, in altra circostanza non è stato reperito all’interno del proprio domicilio. L’indagato nello scorso mese di marzo era stato tratto in arresto dai Carabinieri in quanto nel corso di una perquisizione domiciliare, gli erano state rinvenute, celate all’interno di un foglio accartocciato di carta scottex, 17 dosi confezionate con cellophane, per un totale di 5,25 gr. di cocaina. Lo stupefacente era stato collocato dall’indagato sul cornicione del camino di casa. Nella circostanza, i militari hanno anche rinvenuto nel cassetto di un comodino in camera da letto un bilancino di precisione e all’interno di un barattolo metallico in un pensile della cucina la somma contante di 240 €, in banconote di vario taglio, ritenuta provento dell’attività illecita.

A seguito dell’arresto per guida con patente revocata, espletate le formalità di rito è stato condotto nella sua abitazione in regime di arresti domiciliari come disposto dall’Autorità Giudiziaria.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.