Consiglio Comunale di Brindisi di fine anno. Approvati argomenti e ordini del giorno importanti, ma il più grande risultato è quello di aiutare concretamente le famiglie brindisine con figli autistici.

Un  Consiglio    Comunale  a Brindisi, in cui si  è evidenziato  soprattutto un  elemento.  Quando  la politica, al di là delle appartenenze  e le complessive  differenti posizioni, si dimostra compatta sulle problematiche inerenti le famiglie in difficoltà  e i più bisognosi, si può davvero andare lontano.

Come   anticipato del resto già nei  giorni  scorsi dal  Sindaco  Riccardo  Rossi,  il Consiglio   Comunale   ha  approvato  la fusione  tra  le  Partecipate   Brindisi   Multiservizi  e  Energeko.  Della vicenda  Energeko(  relativa, tra le polemiche, anche  e soprattutto    al personale)  se  ne  è parlato  tanto,   ora   la decisione  ( giusta)  della  fusione.

Tra  gli ordini  del  giorno, quello presentato dal  movimento   Ora   Tocca a  Noi sull’ istituzione   di una navetta   che porti  i tifosi  e sportivi  brindisini  al  Pala Pentassuglia   in occasione  delle partite interne  dell’  Happy  Casa  Basket.   Una   proposta  , ampiamente condivisa  da tutte le forze politiche del  Consiglio  Comunale(  anche se con qualche perplessità  e diffidenza, come nel caso del capogruppo di Forza Italia Roberto Cavalera, quando  si  è riferito ad  una precedente esperienza)  illustrata  dal giovane  Giulio  Gazzaneo :  “  E’ una proposta  che  va nella direzione delle esigenze  dei tifosi e appassionati brindisini e di una mobilità  sostenibile   che deve in ogni caso caratterizzare  la città.  E’  chiaro,l’ amministrazione  comunale dovrà confrontarsi  con la  società  STP   e la stessa   società  di Basket, per  i costi  e per  mettere in pratica  un progetto   che , lo ribadiamo, cerca di agevolare i tifosi e le famiglie   che in grosse code di auto hanno estrema difficoltà nel raggiungere il   Palazzetto”.

La   Lega ha  presentato   un ordine del giorno  che prevede  l’ istituzione di uno   Sportello   per il  Lavoro.  L’ importanza  di questo strumento, in una fase  molto delicata sotto il profilo sociale  e occupazionale, illustrata   nelle nostre video  interviste   da  Massimo Ciullo   e   Ercole   Saponaro.  Già, molte famiglie brindisine ( vicende irrisolte in tutti questi anni)in difficoltà,  come  diverse persone   diversamente abili   che vogliono maggiore    attenzione  da  parte  della  politica ,trovano difficoltà nel trovare  una  casa  in linea  con le loro  esigenze   o  addirittura accedono  all’ abitazione  con enormi problemi. Il  caso  del brindisino Cosimo  Gimmi  illustrato   nella  video  intervista   al Consigliere   Comunale  del  Partito   Repubblicano   Gabriele   Antonino   che  vuole  andare  sino  in fondo.

Famiglie  che  non ce la fanno più ad andare avanti da sole, che hanno sempre più bisogno  di un sostegno, in termini anche e soprattutto di servizi  e strutture da mettere  in discussione.  Come nel caso delle famiglie   e i genitori  dei bambini  che soffrono  di   “ spettro  autistico”,   sostenuti in questi  anni da associazioni   come   ANGSA(   Associazione  Nazionale  Genitori  Soggetti  Autistici)  e  il  “Bene    che  ti voglio”.

Associazioni  e famiglie presenti    al  Consiglio  Comunale, in attesa  di una bella notizia  poi  fornita   dal  Consigliere   Comunale   del  Partito  Democratico  Antonio     Elefante(  con  un ordine  del giorno), il  Presidente  dell’ associazione    Il Bene  che ti voglio  Alessandro  Cazzato  e  lo stesso  Riccardo   Rossi.

Brindisi, che  ha tanto bisogno  di sinergia, progettualità valide  e ampiamente  condivise,  sviluppo   e  lavoro.    Tematiche  affrontate  dal primo cittadino   Riccardo   Rossi   nella nostra    Video Intervista.   Tutti  insieme   per  un   “Patto  per il territorio”, come  il titolo  dell’ ordine del giorno   presentato  dal    M5S.

Foto e video  di  Marcello Altomare


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.