BRINDISI.Zizzi (LEU) su il 7 Brindisi.Posizione del coordinamento cittadino LEU

Il dirigente comunale Zizzi dalle pagine di un settimanale si è lanciato in valutazioni di carattere politico, gratuite e denigratorie sulla sinistra, parte della coalizione politica al governo della città, travalicando il proprio ruolo. Le sue opinioni vanno certamente rispettate se non fossero espresse da un dirigente a cui l’organo politico ha affidato responsabilità amministrative e di rilievo.

Dall’ intervento del dirigente parrebbe che non abbia preso molto bene un intervento del giornalista Vittorio Stamerra su alcune questioni riguardanti la gestione della fondazione teatro Verdi in particolare e della cultura in città in generale.

Ci pare strano che a fatti ben circostanziati espressi dal giornalista, il dirigente, sostituendosi all’organo politico,non risponda nel merito ma si scagli in generale sul mondo della sinistra,

utilizzando banali luoghi comuni come il più becero degli haters da tastiera.

Ravvisiamo scarsa deontologia e poca professionalità in tutto ciò .

Non è in discussione la sua libertà di opinione, anzi ne apprezziamo la franchezza anche se contrasta con la sua predisposizione al potere e alla sua gestione “a prescindere”.

Ci saremmo aspettati dal dott. Zizzi, invece una suarisposta di merito da sottoporre con una nota alla giunta per rispondere eventualmente alle osservazioni di Vittorio Stamerra. Questa è la sua funzione. Questo dovrebbero fare dirigenti seri e responsabili.

Invece sembra più un tentativo di confondere le acque per buttare la vicenda in rissa quasi che il dirigente avesse la coda di paglia per i fatti messi alla luce. Chiamare in causa la sinistra anche con il tentativo miserevole di sbeffeggiarla(è diventata ormai una moda che appassiona solo mediocri, rancorosi e frustrati) è non solo offensivo nei confronti di chi la rappresenta ma inopportuno,non corrispondente alla evidenza di fatti ed ingiurioso nei confronti di opinioni altrui.

Come formazione di sinistra al governo non consentiamo che il nostro impegno politico quotidiano, fatto di lavoro e sacrificio a servizio per quei valori della sinistra in cui crediamo sia deriso e sbeffeggiato da un funzionario dell’amministrazione al governo della quale i cittadini ci hanno posto.

Esigiamo pertanto che l’amministrazione prenda distanza da tali atteggiamenti e posizioni e valuti,se ce ne fossero le condizioni, la compatibilità di questo dirigente con i ruoli che riveste. Non è la nostra una censura ma solo una questione di coerenza politica e di opportunità amministrativa.

Il comitato cittadino

LEU Brindisi


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.