Ferrotramviaria, Di Bari (M5S): “Da Giannini provvedimenti sterili. I pendolari ne pagano le conseguenze”

“Essere sicuri di viaggiare con Ferrotramviaria è ormai una vana speranza, come dimostrano i vari annunci sulla pagina ufficiale di FB dell’azienda che si rincorrono uno dopo l’altro.”

Lo dichiara la capogruppo del M5S Puglia Grazia Di Bari che prosegue: “Tuttavia, nonostante i continui disservizi a cui sottopone i viaggiatori, l’assessore regionale ai Trasporti Giovanni Giannini oggi, dopo tante denunce e sollecitazioni, si limita ad intervenire in maniera soft quasi a voler dare un buffetto a Ferrotramviaria.”

L’assessore  regionale Giannini ha fatto sapere di aver deciso di applicare per l’anno 2017, ai sensi della legge regionale n. 18/2002, l’art. 31 comma terzo, comminando a Ferrotramviaria sanzioni per 82 mila euro.

“Mi chiedo – prosegue Di Bari – perché non abbia deciso di applicare anche il successivo comma 4 del predetto articolo che prevede, oltre al pagamento delle sanzioni, anche  il risarcimento a quei viaggiatori che sono le vere vittime dei disservizi di Ferrotramviaria? Non c’è da stupirsi se a causa di questo atteggiamento benevolo della Regione nei confronti di Ferrotramviaria (alla quale ha addirittura prorogato il contratto dopo un disastro ferroviario) la società continui ad ignorare le esigenze dei viaggiatori, non preoccupandosi affatto di organizzarsi per tempo per evitare o perlomeno ridurre i disagi.
Attendiamo fiduciosi – conclude – che Giannini adotti provvedimenti seri contro la società e che almeno a fine legislatura provi a fare qualcosa di concreto per i pendolari pugliesi.”


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.