Colpi di pistola esplosi nel cuore della movida brindisina.D’Attis (FI): ottima la risposta delle forze dell’ordine. Ma dobbiamo fare di più

Colpi di pistola esplosi nel cuore della movida brindisina e per giunta di sabato sera (quando quei luoghi sono affollati da migliaia di ragazzi), una rapina a mano armata portata a termine nel centro commerciale e davanti a tanta gente.

Sono soltanto gli ultimi due episodi verificatisi nel capoluogo brindisino e che forniscono la misura dello stato in cui versa la sicurezza pubblica in questo territorio. L’assalto della criminalità organizzata non è più limitato al solo periodo natalizio (come purtroppo si verifica da decenni), ma si sta allargando a macchia d’olio. Fortunatamente la risposta delle forze dell’ordine è immediata e gli autori di questi episodi così violenti spesso vengono assicurati alla giustizia (così come per il ferimento di sabato e l’odierna rapina). Ma è evidente che non basta. Dobbiamo fare di più, ognuno per il ruolo che svolge e sulla base delle proprie competenze. La cronaca ci restituisce un quadro estremamente allarmante, con la conferma che bande di malviventi dispongono di autentici arsenali di armi, a tal punto da poterne fare uso per attentati e rapine. All’impiego di uomini e mezzi per presidiare i luoghi più a rischio va necessariamente aggiunto un più intenso lavoro investigativo per tracciare una mappa più dettagliata della criminalità brindisina e quindi per intervenire preventivamente. L’arresto degli autori di una rapina fornisce un segnale importante ai cittadini, ma non restituisce tranquillità a chi oggi comincia ad avere paura anche di andare a fare acquisti in un centro commerciale. Mi auguro che il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, convocato per domani, non si limiti ad una semplice presa d’atto di quanto sta avvenendo, ma serva a mettere in campo azioni più incisive. On. Mauro D’Attis (Forza Italia)


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.