BRINDISI, DROGA: SEQUESTRATI 55 CHILOGRAMMI DI MARIJUANA. ARRESTATO UN ITALIANO.

Nei giorni scorsi, i finanzieri del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Brindisi, nel corso di un predisposto servizio di pattugliamento e controllo economico del territorio disposto dal sovraordinato Comando Provinciale, hanno intercettato nel territorio ricompreso tra le provincie di Brindisi e Taranto un furgone tipo Mercedes Sprinter il quale, a forte velocità, proseguiva verso la s.s. 106 direzione Reggio Calabria.

Pertanto, i militari operanti, insospettiti della sostenuta andatura del veicolo, procedevano ad effettuare un controllo del mezzo che veniva bloccato nei pressi del Comune di Palagiano (TA).

A causa del forte nervosismo evidenziato dal conducente, B.G. di anni 50, originario di Napoli ma residente in Monza/Brianza, con piccoli precedenti di polizia, le fiamme gialle brindisine decidevano di approfondire l’ispezione all’interno del furgone ove venivano rinvenuti due grossi involucri contenente complessivamente 55 chilogrammi di sostanza stupefacente del tipo “marijuana.

La sostanza stupefacente è stata sequestrata mentre il furgone utilizzato per il trasporto veniva riconsegnato alla società di noleggio.

Sulla base delle evidenti responsabilità accertate B.G., senza opporre resistenza, è stato successivamente condotto dai finanzieri presso la casa circondariale di Taranto per essere messo a disposizione della magistratura inquirente.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.