Xylella. Casili (M5S): “Arif e Osservatorio fitosanitario regionale costretti a lavorare senza personale”.

“Emiliano con le sue assenze in commissione continua a confermare come il suo interesse per la nostra agricoltura sia pari allo zero. Se ci fosse stato avrebbe sentito il grido d’allarme da parte degli enti preposti al monitoraggio e al contenimento della batteriosi, costretti a lavorare senza personale.

L’assessore ad interim all’Agricoltura ha invece preferito fare passerella a un evento No Triv, invece di rendersi conto della disperazione in cui le sue politiche hanno fatto precipitare agricoltori e vivaisti”. Lo dichiara il consigliere del M5S Cristian Casili a margine delle audizioni in IV Commissione.

“Oggi il professor Savino – continua Casili – ha ribadito che la batteriosi non può essere fermata, ma può essere gestita, controllata e rallentata e l’unica strategia possibile di fatto è quella della convivenza con la fitopatia. Purtroppo però l’osservatorio fitosanitario e l’Arif sono sotto organico, in particolare l’Agenzia regionale è senza operai e questo non può che incidere negativamente sul contenimento della batteriosi. Non bisogna concentrarsi solo sugli abbattimenti, ma anche sui monitoraggi e sulla lotta al vettore. Solo così metteremo agricoltori e vivaisti nelle condizioni di poter continuare la propria attività”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.