BRINDISI.Anteprima del cortometraggio “ORARE” del regista Simone Salvemini

In occasione deiSolenni Festeggiamenti di Don Bosco 2019, LA KINEBOTTEGAe CANTIERIMMAGINE, ospiti dellISTITUTOSALESIANO DON BOSCO di Brindisi, in collaborazione presentano in anteprima la proiezione delcortometraggio “ORARE” del regista Simone SALVEMINI.

L’evento si svolge DOMENICA 27 GENNAIO, presso il TEATRO DON BOSCO alle ore 19:00.

Intervengono l’Ing. Riccardo ROSSI, Sindaco di Brindisi e Presidente della Provincia, Isabella LETTORI, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Brindisi, Don Giorgio NACCI, incaricato Diocesano per la Pastorale Giovanile, Don Gianpaolo ROMA,Direttore dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Brindisi.

Al termine della proiezione il dibattito, moderato dalla Giornalista Lucia PORTOLANO, con commenti e riflessioni sulle tematiche evinte dalla visione del filmato e con la testimonianza di Lorenza ANDRIOLO, giovane dell’Oratorio,ed Ex-Allievi.

Il cortometraggio èun documentarioprodotto da LA KINEBOTTEGA e realizzato nell’ambitodel corso “Linguaggio Cinematografico e Videomaking”, tenutosi a Brindisi su iniziativa di CANTIERIMMAGINE con la docenza di S.SALVEMINI.I novecorsistihanno collaboratoattivamente alle fasi di ideazione, elaborazione e realizzazione del progetto cinematografico,scegliendo come “soggetto” l’Oratorio Salesiano, Centro Giovanile di Brindisi.

“ORARE” è il racconto di cinque vite protese verso l’Altro. La“Promessa a Dio” di Antonio, la madre Angela che riflette sulla Fede aspettando i voti religiosi del figlio. Mina, donna energica e responsabile del Laboratorio “Mamma Margherita”,cheopera incondizionatamente da oltretrent’anni. Maria Cristina,organista le cui melodie sono Preghiera e Flavia, giovane educatrice e volontaria del Servizio Civile, che crede fortemente nell’accoglienza ed aggregazione. Memoria del luogo sono Cesario,Ex-Allievo di Don Bosco che, fin dalla fanciullezza, ha frequentato l’Istituto e Immacolata, elegante e laboriosasignora dai capelli argento.

Evento adINGRESSO LIBERO. Si allega Scheda Tecnica del cortometraggio.Per ulteriori informazioni contattare: cantierimmagine@gmail.cominfo@kinebottega.it e profili Facebook.


ORARE

 

SCHEDA TECNICA

Genere: Documentario

Durata: 10’

Formato: HD

Produzione: La Kinebottega in collaborazione con Cantierimmagine, Brindisi

Regia: Simone Salvemini

Soggetto: Giovanni Casarano

Sceneggiatura: Giovanni Casarano, Davide Cosentino, Adriano Dagnello, Leonardo Giampietro, Giuseppe Mininni, Nancy Motta, Lucia Portolano, Viviana Rampino, Gabriella Rodi.

Riprese e Montaggio: Simone Salvemini

Colonna Sonora e Musiche Originali: “Resolution” di Wayne Jones, “Aria sulla Quarta Coda” di J.S. Bach eseguita da Maria Cristina Carone, “Medieval Toccata” di Nicola Bruno, “A Quiet Thought” di Wayne Jones, “Osanna Variations” di Nicola Bruno.

Interpreti principali: Flavia Corsa, Maria Cristina Carone, Mina Lecci, Don Antonio Lopez, Angela Paladini, Immacolata Protopapa in Medico, Cesario Santoro.

 

SINOSSI

Oratorio Salesiano Don Bosco di Brindisi, storico centro di aggregazione giovanile cittadino che accoglie molteplici attività culturali, artistiche e ricreative. Cinque esperienze di vita e fede protese ad “ORARE” con anima, voce e grandi azioni quotidiane a sostegno del prossimo: Solidarietà, Accoglienza, Socialità ed Amicizia.

La “Promessa a Dio” di Antonio, la madre Angela che riflette sulla Fede aspettando i voti religiosi del figlio. Mina, donna energica e responsabile del Laboratorio “Mamma Margherita”, che opera incondizionatamente da oltre trent’anni. Maria Cristina, organista le cui melodie sono Preghiera e Flavia, giovane educatrice e volontaria del Servizio Civile, che crede fortemente nell’accoglienza ed aggregazione. Memoria del luogo sono Cesario, figura carismatica e decano fra gli Ex-Allievi di Don Bosco che, fin dalla fanciullezza, ha frequentato l’Istituto e la signora Immacolata, elegante e laboriosa dai capelli argento. Entrambi testimoni oculari di eventi e personaggi del passato, tra cui Donna Grazia Balsamo la grande benefattrice a cui si deve l’inizio di tutto questo.

IL REGISTA

Simone Salvemini, laureato a Torino in Scienze della Comunicazione, lavora come assistente alla regia nel film “Sangue Vivo” di Edoardo Winspeare (1999). Dal ’99 scrive, dirige e monta  i suoi corti, tra cui “I Fratelli Semaforo” (2002), “Tonino Funtò” (2004), “Sguardi di Frontiera” (2004), “Liturgia della Bancarella” (2005), “L’Intervista” (2009), opere selezionate e riconosciute in numerosi festival nazionali e internazionali. Il documentario “Il Giorno che Verrà” (2013) ha vinto per la sceneggiatura il premio EUROCONNECTION 2011 (Clermont- Ferrand, Francia) ed ha avuto la Menzione Speciale della Giuria al 16° CINEMABIENTE – TORINO 2013. “L’Approdo delle Anime Migranti” (2013), vincitore dell’11° Tirana International Film Festival e selezionato in vari festival internazionali, è stato acquisito in esclusiva da SKY ARTE HD.

“Via XX Settembre” è il suo primo lungometraggio di finzione, la cui sceneggiatura ha ricevuto dal MIBACT – Direzione Generale Cinema –  l’interesse nazionale per l’alto valore culturale e sociale.

Ideatore e direttore artistico del BRIFF – Brindisi International Film Festival, è membro del CNC ITALIA –Centro Nazionale del Cortometraggio- e dell’AIACE NAZIONALE (Associazione italiana Amici Cinema d’Essai). Vive a Brindisi dove insegna cinema nelle scuole.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.