Cellino San Marco:inseguiti per oltre 10 chilometri da una pattuglia della Stazione Carabinieri di San Donaci, 2 malviventi perdono il controllo della vettura che termina la corsa in un canale di scolo.

Nel cuore della notte dopo aver commesso il furto, inseguiti per oltre 10 chilometri da una pattuglia della Stazione Carabinieri di San Donaci, 2 malviventi perdono il controllo della vettura che termina la corsa in un canale di scolo. Recuperata la refurtiva e denaro asportati al bar tabacchi del distributore di carburanti.

In Cellino San Marco, a seguito del furto perpetrato all’interno del distributore di carburanti in via San Donaci da 2 malviventi che, dopo aver scardinato la porta del locale, hanno asportato tutti i tabacchi esposti all’interno dell’esercizio e il registratore di cassa, contenente monete metalliche, è stato diramato tempestivo allarme dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri. Dallo speditivo esame del sistema di videosorveglianza della struttura, effettuato dai militari di Cellino San Marco è emerso che gli autori, vestiti con tute bianche e travisati con cappellini scuri e con i guanti indossati, dopo aver fatto razzia dei tabacchi, si sono dileguati a bordo di una Alfa Romeo Giulietta nera con targa temporanea d’importazione tedesca. Le ricerche tempestivamente diramate, hanno permesso ai Carabinieri della Stazione di San Donaci di intercettare i fuggitivi, che a velocità sostenuta dopo un inseguimento durato per oltre 10 km hanno terminato la corsa sulla complanare Mesagne-Brindisi fuoriuscendo dal manto stradale e finendo in un canale di scolo a bordo della carreggiata. Gli occupanti sono riusciti a fuggire nelle campagne adiacenti ed è in corso una battuta al fine di rintracciarli. La refurtiva asportata comprendente 260 pacchetti di sigarette per un valore di 1.500€ e la somma di 30.00€ in monete metalliche è stata recuperata e consegnata al legittimo proprietario.