Open day con l’autore al classico “Marzolla” di Brindisi con Raffaele Valentini

Raffaele Valentini domenica 27 gennaio, dalle ore 10:00 alle ore 13:00 circa, nell’auditorium “Cinzia Zonno” di recentissima dedica,  dialogherà  con gli alunni delle classi quarte ed incontrerà gli alunni delle altre classi e delle scuole medie presenti.

Dopo il previsto saluto della DS , Prof.ssa Carmen Taurino e l’intervento del primo collaboratore, prof.ssa Maria Diletta Martucci, modererà l’incontro la prof.ssa Pierangela Del Prete, che presenterà l’autore ed il libro, coadiuvata dagli alunni Rebecca Romolaccio, Stefano Baglione, Giulia di Geronimo, Caterina Graniti, che leggeranno passi del libro e Sara Piccigallo, che eseguirà dei brani musicali  alla tastiera.

“Ci sarà tempo per chiedermi”, casa editrice “Il Papavero”, è un romanzo a metà tra memorie di una vita e  viaggio nella cultura intima e nei valori profondi di un centro di provincia. Tra incontri presso il barista che conosce cose dette e non dette del paese;  la festa del Santo Patrono che riunisce magicamente una comunità;  l’attaccamento viscerale a chi non c’è più, ma è presenza viva come un sacro lare che protegge le nostre scelte; il mistero da giallo per un’eredità contesa, la narrazione  ci avvolge come in una danza concentrica e ci prende. Il pubblico, dopo aver gustato un breve video sul libro, avrà il suo tempo per chiedere, per trovare risposte con l’autore nella vita calda di un paese.

Poi anche la possibilità di visitare la scuola, di informarsi sui suoi indirizzi e sulle su attività, un focus sul quadriennale… Ad accogliere i presenti le figure di sistema, proff. Vittoria Fedele, Daniela Franco, Elisabetta Carluccio,  gli altri docenti e gli alunni più grandi.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.