GIORNO DELLA MEMORIA. SAN MICHELE OSPITA IL MUSICISTA CAMILLO PACE

PER LA GIORNATA DELLA MEMORIA GLI ALUNNI DELLE CLASSI II E III DELLA SCUOLA MEDIA “GIOVANNI XXIII” INCONTRANO  CAMILLO PACE, AUTORE DEL BRANO “BIRKENAU”

Camillo Pace, contrabbassista e cantautore pugliese, sarà ospite venerdì 25 gennaio, alle ore 10, dell’Istituto di Istruzione Secondaria Inferiore di San Michele Salentino “Papa Giovanni XXIII” per presentare, agli alunni delle classi seconde e terze, il singolo “Birkenau” che racconta l’orrore della Shoah in chiave pop, nato in seguito ad un viaggio in Polonia e dalla dolorosa visita dei campi di concentramento di Auschwitz e Birkenau.

Birkenau è una canzone dedicata ai giorni di Auschwitz, all’orrore dei campi di concentramento, al potere evocativo della musica e all’importanza della memoria, come custode del nostro immediato futuro. L’immagine di un dramma lontano nel tempo che ha segnato l’intera umanità.

“L’ispirazione per questo pezzo è arrivata dopo un viaggio in Polonia in compagnia dell’amico e collega Vincenzo Deluci – racconta Pace. L’esperienza di visitare il campo di concentramento di Auschwitz è stata molto dolorosa, ma anche estremamente potente. Mi hanno spiegato che quando i deportati arrivavano trovavano ad accoglierli altri ebrei che suonavano musiche yiddish, lì proprio di fronte al famigerato cancello. Una crudele beffa allo scopo di illuderli che tutto sarebbe andato bene e che un giorno sarebbero tornati a casa. La donna protagonista della canzone si fa trasportare proprio da quei suoni familiari ai suoi ricordi felici.”

L’iniziativa, voluta dall’Assessorato alla Pubblica Istruzione e dall’Istituto, è stata promossa per il Giorno della Memoria, la ricorrenza internazionale celebrata il 27 gennaio di ogni anno come giornata per commemorare le vittime dell’Olocausto.

“Ringrazio a nome dell’ Amministrazione comunale il musicista Camillo Pace che, con grande piacere, ha accolto il nostro invito e deciso di incontrare i ragazzi del nostro Istituto Comprensivo – dichiara l’Assessore alla P.I., Tiziana Barletta. La sua presenza a scuola rappresenta indubbiamente un valore aggiunto perché, attraverso la bellezza e il fascino universale della musica, riuscirà sicuramente a lasciare nei nostri ragazzi un originale messaggio di pace facendo loro comprendere l’importanza della memoria che, saggiamente custodita e tramandata, può diventare un prezioso antidoto contro i fantasmi e le nefandezze del passato.”

Camillo Pace. Diplomato in contrabbasso presso il conservatorio “N. Rota” di Monopoli sotto la guida del M° Michele Cellaro e laureato in discipline musicali jazz, con specializzazione storico – musicologica presso il conservatorio “N. Piccinni” di Bari. Ha condotto studi come etnomusicologo in due importanti paesi africani, Kenya e Sudafrica. Ha svolto un’intensa attività concertistica in ambito classico con formazioni cameristiche e orchestrali dirette da prestigiosi direttori d’orchestra e suonando con solisti classici di fama internazionale. Ha collaborato con diversi musicisti in campo nazionale e internazionale tra cui Fabrizio Bosso, Eugenio Bennato, Ornella Vanoni, Lucio Dalla, 99Posse, Ron, Folkabbestia.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.