GUADALUPI (F.I.): MARCIAPIEDI RIFATTI E PALI NON RIMOSSI. A BRINDISI UNO SCHIAFFO AI DISABILI!

“Ciò che sta accadendo nel rione Casale di Brindisi ed in altre zone della città ha dell’assurdo. Si continuano a sperperare soldi pubblici per colpa di una struttura comunale totalmente disattenta rispetto alle reali necessità dei cittadini”.

Lo afferma il dirigente di Forza Italia di Brindisi, Giuseppe Guadalupi.

“L’Amministrazione Comunale nelle scorse settimane – aggiunge Guadalupi – ha ampiamente pubblicizzato il rifacimento di strade e marciapiedi. Ma i lavori, come spesso accade in questa città, non vengono eseguiti a regola d’arte e quindi l’effetto finale è disastroso. In via Benedetto Brin, ad esempio, si sta procedendo con il rifacimento dei marciapiedi, ma senza aver provveduto ad eliminare pali elettrici non più utilizzati. La conseguenza è che gli stessi marciapiedi restano impraticabili per i disabili in carrozzina in quanto l’ostacolo è situato proprio al centro. Sarebbe stato più logico procedere prima con l’eliminazione dei pali e poi con il rifacimento del marciapiedi. La sensazione che si trasmette ai cittadini, invece, è quella dello spreco ‘voluto’ per poi tornare ad eseguire costosissimi lavori di ripristino. A fronte di tutto questo e con una struttura tecnica incapace e disattenta – conclude Guadalupi – ci saremmo aspettati quantomeno maggiore attenzione da parte del sindaco e degli assessori. Ma anche su questo rileviamo un silenzio assordante”.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.