L’Associazione Nazionale Vigili del Fuoco di Brindisi in aiuto alla Caritas.

Continua l’opera di solidarietà dall’inizio del nuovo anno con opere di altruismo dell’Ass.Naz.Vigili del Fuoco che  dopo l’iniziativa della befana che ha portato i doni nei reparti pediatrici degli ospedali di Brindisi e Francavilla col tradizionale progetto denominato “ Un balocco e un Sorriso”.

Il 25 gennaio è stato donato all’Auser di Mesagne vestiario di ambosessi per adulti e bambini, che a sua volta s’impegna quotidianamente per aiutare persone in difficoltà economiche, mentre il primo giorno di febbraio il percorso di solidarietà si è spostato in alcune Parrocchie di Brindisi quali la Caritas S.Spirito del quartiere S.Angelo, dove Don Pierino Manzo ci ha accolto a Braccia aperte facendoci sapere che aiuta 120 famiglie disagiate, le altre parrocchie sono S.Francesco d’Assisi del quartiere La Rosa con Don Mimmo Muscogiuri e la Parrocchia di S.Lorenzo al quartiere S.Elia del Parroco Don Paolo Zofra.       Abbiamo voluto continuare nel tempo questa opera caritatevole ci dice Il Pres.Maurizio Saponaro perché è sotto gli occhi di tutti che molte famiglie vivono in una situazione poco felice e quindi è giusto che vengano aiutate per vivere dignitosamente, tutto questo grazie agli amici negozianti “Tre Effe”, “Sporting Shop Shoes” e “Bonifacio Pietro” di Francavilla F. che anche loro partecipano a questa gara di solidarietà donandoci indumenti vari.

A tal proposito vorremmo fare un appello anche ad altri commercianti non solo della Provincia ma anche della nostra Città di contribuire e collaborare con delle loro donazioni con la nostra Associazione alfine di aiutare chi veramente ne ha bisogno, contattandoci ai seguenti numeri 3478477262 o 3738020930.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.