Fasano: catturato dopo 10 anni. Nel 2009 era fuggito in Belgio per evitare 4 giorni di detenzione. Si consegna ai Carabinieri a seguito dei pressanti controlli nell’abitazione ove recentemente era stato notato.

I Carabinieri della Sezione Operativa del N.O.R. della Compagnia di Fasano hanno eseguito un provvedimento di “revoca di decreto di sospensione e contestuale ripristino di ordine di esecuzione della carcerazione”, emesso dall’Ufficio Esecuzioni Penali della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Schiavone Giampiero, 48enne residente a Fasano, di fatto domiciliato a Bruxelles (Belgio).

L’uomo – a fronte di una condanna complessiva a 2 anni, 2 mesi e 4 giorni di reclusione e 12.000€ di multa, con l’intervenuto indulto per 2 anni e 2 mesi di reclusione e 8.400€ di multa – deve espiare la pena residua di 4 giorni di reclusione e 3.600€ di multa, in ordine al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, commesso a Fasano il 3 settembre 2004, quando venne arrestato dai Carabinieri del luogo poiché trovato in possesso di 50 grammi di eroina brown sugar. Schiavone, nel 2009, era fuggito in Belgio in conseguenza della condanna definitiva e lo scorso 2 febbraio si è consegnato a seguito dei reiterati controlli degli operanti presso la dimora di residenza, ove recentemente era stato notato trascorrere un periodo di ferie con i parenti. Dopo le formalità di rito, loSchiavone è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi dove sconterà il residuo pena.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.