BRINDISI.ARMA E MUNIZIONI CLANDESTINI in un garage al rione Cappuccini: UN ARRESTO

Nel primo pomeriggio di ieri, gli investigatori della Squadra Mobile della Questura di Brindisi, agendo nel quartiere cittadino dei “Cappuccini”, hanno sottoposto a perquisizione il domicilio e altre pertinenze riferibili al ventottenne D.L.A.

È in box-auto che operatori appartenenti alla Sezione Antirapina ed alla Unità Anticorruzione della Squadra Mobile sono riusciti a rinvenire e sequestrare una doppietta a canne mozzate i cui numeri di riferimento matricolari risultavano abrasi.

Il fucile era occultato sotto una cisterna dell’acqua e si presentava smontato ed avvolto in pellicola di cellophane. Unitamente all’arma, anch’esse avvolte nel nylon trasparente, vi erano 23 cartucce per pistola di calibro 7,65.

In considerazione delle evidenze raccolte, il brindisino D.L.A. è stato tratto arresto per l’ipotesi di reato di detenzione illegale di munizioni e di arma clandestina.

Dopo la redazione dei necessari atti ed il rituale avviso al P.M. di turno della locale Procura della Repubblica, è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi per ivi essere mantenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria inquirente.

Il nuovo Prefetto di Brindisi Umberto Guidato

ha incontrato il Sindaco Riccardo Rossi, Assessori,

Consiglieri Comunali, dirigenti, organi di stampa