Brindisi Bene Comune sugli immobili di proprietà Enel in Via Bastioni San Giorgio

Immobili di proprietà Enel in Via Bastioni San Giorgio: siano abbattuti e l’area venga acquisita gratuitamente al patrimonio della città.

Nelle adiacenze del complesso monumentale di Porta Napoli (conosciuta anche come “Porta Mesagne”) e del bastione Carlo V, su Via Bastioni San Giorgio, insiste un immobile di proprietà ENEL che versa in un avanzato stato di degrado in quanto non è più usato da tempo e che pertanto costituisce un ostacolo alla migliore visibilità e fruizione dei beni monumentali presenti.
Per questo motivo oggi il gruppo consiliare di “Brindisi Bene Comune” ha presentato un Ordine del Giorno nel quale richiede al Sindaco e alla Giunta Municipale di intraprendere tutte quelle azioni utili, presso la società ENEL, ad ottenere l’abbattimento dell’immobile e l’acquisizione gratuita dell’area al patrimonio cittadino per le finalità sopra esposte.
Riteniamo di fondamentale importanza la tutela dei beni monumentali della città e il perseguire ogni azione che possa tutelarli. La tutela è, infatti, ogni attività diretta a riconoscere, proteggere e conservare un bene del nostro patrimonio culturale affinché possa essere offerto alla conoscenza e al godimento collettivi, così come recita il Codice dei beni culturali e del paesaggio, per evitare che errori commessi in passato possano ancora verificarsi e per fare in modo che il patrimonio monumentale della città possa essere non solo testimonianza del passato ma anche occasione di sviluppo della cultura e della cittadinanza tutta.


Gen.le Lettore.

Dall'inizio della emergenza Sanitaria derivata dalla epidemia Covid-19 i giornalisti di brindisilibera.it lavorano senza sosta per dare una informazione precisa e affidabile, ma in questo momento siamo in difficoltà anche noi. Brindisilibera.it è una testata stampa online appartenente alla Associazione Culturale Flashback e si è sempre sostenuta con i grossi sacrifici personali da Giornalisti Freeland, non percedendo provvidenze, contributi, agevolazioni qualsiasi pubbliche o sponsorizzazioni lasciando libera la informazione da qualsiasi influenza commerciale.Ma in questo periodo di emergenza con la situazione che si è venuta a creare le condizioni economiche della associazione non permettono più ancora per lungo tempo di proseguire nella attività. Se sei soddisfatto della nostra conduzione della testata stampa ti chiediamo un aiuto volontario per sostenere le minime spese a cui comunque dobbiamo dar fronte attraverso un gesto simbolico con una donazione..

Ti ringraziamo per l'attenzione.